Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2000 March;66(3) > Minerva Anestesiologica 2000 March;66(3):147-52

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,623


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  TERAPIA ANTALGICAFREEfree


Minerva Anestesiologica 2000 March;66(3):147-52

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Studio comparativo degli effetti del tramadolo e della morfina nel trattamento del dolore postoperatorio

Casali R., Lepri A., Cantini Q., Landi S., Novelli G. P.

Università degli Studi - Firenze Istituto di Anestesia e Rianimazione (Direttore: Prof. G. P. Novelli)


FULL TEXT  


Obiettivo. Confrontare la morfina ed il tramadolo per il trattamento del dolore postoperatorio (DPO), utilizzando un sistema di Patient Controlled Analgesia (PCA).
Metodi. Disegno sperimentale: Studio comparativo randomizzato su 88 pazienti, sottoposti ad interventi di chirurgia generale maggiore (gastrectomie, colectomie ed emicolectomie). Pazienti: PCA e.v.: gruppo M trattato con morfina (con diluizione di 1 mg/ml) e gruppo T con tramadolo (con diluizione di 10 mg/ml). Dose di carico: 0,05 mg/kg per il gruppo trattato con morfina e 0,5 mg/kg per il gruppo trattato con tramadolo. Infusione basale: 1,5 ml/h. Bolo a domanda: 0,2 ml ogni 30 minuti. A T0, dopo 1, 3 e 18 ore valutazione dell’intensità del dolore, del livello di sedazione, dei parametri respiratori e dei parametri cardiocircolatori. Dopo 18 ore valutazione della quantità dei farmaci somministrata, del numero dei boli richiesti ed erogati, degli eventuali effetti collaterali. Analisi statistica: test ANOVA, test «t» di Student, χ2.
Risultati. Una riduzione statisticamente significativa del DPO è stata rilevata dopo 1 ora, 3 e 18 ore, senza differenze significative tra i 2 gruppi. Non si sono registrate differenze statisticamente significative dei parametri cardiocircolatori, respiratori, sul livello di sedazione. Gli effetti collaterali sono stati pochi.
Conclusioni. Il tramadolo determina un’analgesia simile alla morfina, con il vantaggio di non provocare abuso, tolleranza e dipendenza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail