Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1999 Novembre;65(11) > Minerva Anestesiologica 1999 Novembre;65(11):775-83

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 1999 Novembre;65(11):775-83

lingua: Italiano

Blocchi loco-regionali in oculistica: monofarmacologici o miscela con jaluronidasi? Studio prospettico randomizzato

Costa P., Papurel Begin G., Coaloa M., Villa C., Ravera E., Hellmann F., Di Giovanni M., Bono D.

Ospedale SS. Annunziata - Savigliano (Cuneo), Servizio di Anestesia e Rianimazione


FULL TEXT  


Obiettivo. Lo studio ha l’obiettivo di confrontare nelle tecniche retrobulbare e peribulbare il blocco anestetico oculare ottenuto con miscela anestetica di bupivacaina, mepivacaina e jaluronidasi rispetto al blocco con sola bupivacaina.
Metodi. Il tipo di studio effettuato è prospettico, randomizzato, in cieco parziale. Sono stati studiati 399 pazienti adulti consecutivi da sottoporre ad intervento di cataratta in anestesia locale. 199 pazienti sono stati sottoposti a tecnica Peribulbare (gruppo P). Di questi, 99 sono stati trattati con Miscela e Jaluronidasi (sottogruppo PM); 100 sono stati trattati con Bupivacaina (sottogruppo PB). 200 pazienti sono stati sottoposti a tecnica Retrobulbare (gruppo R). Di questi 100 sono stati trattati con Miscela e Jaluronidasi (sottogruppo RM); 100 sono stati trattati con Bupivacaina (sottogruppo RB). Sono stati rilevati l’intervallo tra esecuzione dell’anestesia e inizio del blocco motorio, la presenza di movimenti oculari residui, la necessità di rinforzi anestetici, la qualità dell’anestesia, il tono oculare, la durata del blocco anestetico, le eventuali complicanze.
Risultati. La tecnica retrobulbare è vantaggiosa solo per l’onset time più breve, mentre la peribulbare presenta una durata di anestesia più elevata. Per quanto riguarda il tipo di anestetico il sottogruppo trattato con miscela e jaluronidasi presenta un onset time migliore, minor necessità di rinforzo anestetico, minori movimenti residui, una qualità di anestesia migliore.
Conclusioni. La miscela con jaluronidasi associata alla tecnica peribulbare ha i vantaggi di rapidità di inizio, di durata, di miglior qualità senza gli effetti collaterali della tecnica retrobulbare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail