Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1999 October;65(10) > Minerva Anestesiologica 1999 October;65(10):701-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 1999 October;65(10):701-9

lingua: Italiano

Confronto tra l’infusione manuale di propofol e l’infusione a target controllato: efficacia, sicurezza ed accettabilità

Mazzarella B. 1, Melloni C. 2, Montanini S. 3, Novelli G. P. 4, Peduto V. A. 5, Santandrea E. 6, Vincenti E. 7, Zattoni J. 8

1 Università degli Studi - Napoli, Azienda Policlinico Federico II, Istituto di Anestesia e Rianimazione;
2 Presidio Ospedaliero di Lugo - Lugo (Ravenna), Servizio di Anestesia e Rianimazione;
3 Università degli Studi - Messina, Azienda Policlinico Universitario, Istituto di Anestesia e Rianimazione;
4 Università degli Studi - Firenze, Azienda Ospedaliera Careggi, Istituto di Anestesiologia e Rianimazione;
5 Università degli Studi - Perugia, Policlinico Monteluce, Istituto di Anestesiologia e Rianimazione;
6 Azienda Ospedaliera Ospedale Niguarda Ca’ Granda - Milano, II Servizio di Anestesia e Rianimazione;
7 Istituto per l’Infanzia Burlo Garofalo - Trieste, Servizio di Anestesia e Rianimazione;
8 Università degli Studi - Genova, Azienda Ospedaliera Ospedale S. Martino, Istituto di Anestesiologia e Rianimazione


FULL TEXT  


Obiettivo. Diprifusor TCI è un sistema a target controllato per l’infusione di propofol. Lo studio è stato condotto allo scopo di valutare accettabilità, efficacia e sicurezza di Diprifusor TCI in confronto all’infusione controllata manualmente.
Metodi. Lo studio, multicentrico, randomizzato, per gruppi paralleli, è stato condotto in 160 pazienti sottoposti a procedure chirurgiche di durata compresa tra 10 minuti e 4 ore in 8 centri. In ciascun centro 20 pazienti di sesso maschile o femminile, d’età ≥ 18 anni, e di grado ASA I-III sono stati randomizzati al trattamento con Diprifusor TCI (gruppo TCI—80 pazienti) o con infusione controllata manualmente (gruppo IM—80 pazienti). Le rilevazioni comprendevano: emodinamica; eventi avversi; tempi di risveglio; giudizi degli anestesisti su qualità di induzione e mantenimento, facilità di controllo e praticità del metodo. I punteggi per ciascun giudizio sono stati sommati in un giudizio qualitativo globale (variabile primaria).
Risultati. La dose d’induzione è risultata significativamente inferiore (mediana 1,4 vs 1,9 mg/kg) e la velocità di infusione nel mantenimento significativamente superiore (mediana 10,2 vs 8,8 mg/kg/h) nel gruppo TCI. I giudizi degli anestesisti hanno raggiunto il punteggio massimo nella maggioranza dei pazienti di entrambi i gruppi. Tuttavia ciò si è verificato più frequentemente nel gruppo TCI, e le differenze fra gruppi sono risultate statisticamente significative per facilità di controllo (buona 91,2% TCI vs 74,7% IM; adeguata 8,8 vs 21,5%; scarsa 0 vs 3,8%), e praticità del metodo (buona 91,2% TCI vs 60,8% IM; adeguata 8,8 vs 39,2%). Il giudizio qualitativo globale ha mostrato un significativo vantaggio per la tecnica TCI (mediana 12 vs 11).
Conclusioni. La tecnica TCI è efficace e sicura, e possiede una accettabilità superiore rispetto al controllo manuale dell’infusione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail