Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1999 September;65(9) > Minerva Anestesiologica 1999 September;65(9):641-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,623


eTOC

 

CASI CLINICI  FREEfree


Minerva Anestesiologica 1999 September;65(9):641-5

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Trattamento perioperatorio del deficit di glucosio 6 fosfato deidrogenasi. Una rassegna della letteratura

Munoz Corsini L., Dominguez E., Mourelle I., Galindo S., Porras Ma. C.

Clinica Puerta de Hierro, Madrid, España


FULL TEXT  


Il deficit di glucosio 6 fosfato deidrogenasi (G6PDH) è una delle più frequenti cause di anemia emolitica dovuta ad anomalie enzimatiche. Il trattamento peri-operatorio deve essere accurato per evitare l’insorgenza di crisi emolitiche. Gli Autori presentano una revisione completa della letteratura su questa malattia, descrivono il trattamento perioperatorio di un soggetto adulto con deficit di G6PDH noto e discutono la patogenesi, le manifestazioni cliniche della malattia ed le sue possibili implicazioni in anestesiologia.
Una paziente di 49 anni è stata sottoposta ad osteotomia in varo del suo ginocchio sinistro affetto da ginocchio valgo. Le era stato diagnosticato un deficit di G6PDH a 16 anni precocemente provocato dall’assunzione di fagioli. Sono discusse le circostanze perioperatorie capaci di evocare una auto-emolisi. Nonostante il fatto che il modello sia auto-limitante, provoca l’insorgenza di ittero, anemia che possono complicare il ricovero. La semplice eliminazione di quegli elementi che precipitano con l’ossiemoglobina porterà a procedure anestetiche senza incidenti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail