Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1999 Maggio;65(5) > Minerva Anestesiologica 1999 Maggio;65(5):318-21

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

QUALE MONITORAGGIO IN NEUROTRAUMATOLOGIA  


Minerva Anestesiologica 1999 Maggio;65(5):318-21

lingua: Italiano

Devo monitorare la pressione intracranica?

Citerio G. 1, Cormio M. 1, Gaini S. M. 2

1 Azienda Ospedaliera, Ospedale S. Gerardo - Monza(Milano), Rianimazione;
2 Azienda Ospedaliera, Ospedale S. Gerardo - Monza(Milano), Neurochirurgia


FULL TEXT  


Il monitoraggio della pressione intracranica dovrebbe fare parte dei monitoraggi standard al trauma cranico grave. Nella realtà italiana, questo tipo di monitoraggio non è ancora diventato pratica clinica abituale. Verranno analizzati, utilizzando i dati disponibili, le informazioni circa la realtà nei centri neurotraumatologici italiani più avanzati. Mediamente vengono monitorati il 50% dei pazienti che presentano una indicazione di monitoraggio.
Ribadiremo sinteticamente le indicazioni al monitoraggio, i vantaggi offerti da tale procedura, le modalità di monitoraggio valutandone anche l’impatto economico ed i rischi legati alla procedura.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail