Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1998 Dicembre;64(12) > Minerva Anestesiologica 1998 Dicembre;64(12):587-91

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI SPECIALI  


Minerva Anestesiologica 1998 Dicembre;64(12):587-91

lingua: Italiano

Trapianto ortotopico di fegato. Analisi dei costi relativi alle fasi anestesiologica ed intensivistica

Biancofiore G. 1, Bindi L. 1, Cellai F. 1, Consani G 1, Meacci L. 1, Boggi U. 2, Bellini R. 2, Filipponi F. 2, Mosca F. 2, Vagelli A. 1

1 Azienda Ospedaliera Pisana, Policlinico di Cisanello - Pisa, I UO Anestesia e Rianimazione, UTI Postchirurgica e Trapianti;
2 Università degli Studi - Pisa, UO Chirurgia Generale e Vascolare


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  


Obiettivo. Analizzare il costo della procedura di Trapianto Ortotopico di Fegato (TOF), relativamente alle fasi di competenza anestesiologica ed intensivistica, evidenziando le diverse componenti dirette ed indirette di spesa.
Disegno sperimentale. Analisi retrospettiva delle procedure TOF condotte nel corso di un anno solare.
Ambiente. Azienda Ospedaliera del Servizio Sanitario Nazionale.
Materiali e metodi. Per ogni procedura di TOF eseguite nel corso del 1997 presso il Centro Trapianti Fegato di Pisa sono stati calcolati i costi relativi alle fasi anestesiologica ed intesivistica. I costi unitari delle singole risorse impiegate sono stati desunti dai dati forniti dai competenti Uffici dell’Azienda Ospedaliera. Per una più agevole analisi le risorse utilizzate sono state raggruppate in 6 categorie (Presidi e farmaci, Banca del Sangue, Emoderivati, Personale, Laboratorio, Radiologia).
Risultati. Nel periodo esaminato sono stati eseguiti 40 TOF su 38 pazienti; la fase intensivologica ha registrato un costo complessivo circa 2,5 volte maggiore rispetto a quello relativo alla fase anestesiologica. Le risorse di maggior peso economico sono state quelle relative ai prodotti della Banca del Sangue ed ai Farmaci. Di minore impatto sono risultati i costi dovuti alle analisi di laboratorio ed agli emoderivati. I costi del personale incidono per lo più sulla fase intensivologica, mentre molto bassi sono quelli della fase anestesiologica.
Conclusioni. In un sistema a risorse limitate come quello sanitario, la valutazione dei costi di procedure altamente specialistiche è importante per seguire i flussi di allocazione delle risorse e, attraverso l’ottimizzazione di tale processo, individuare punti su cui operare un'azione di controllo e risparmio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail