Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1998 Luglio-Agosto;64(7-8) > Minerva Anestesiologica 1998 Luglio-Agosto;64(7-8):351-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA


Minerva Anestesiologica 1998 Luglio-Agosto;64(7-8):351-6

lingua: Italiano

Monitoraggio della gittata cardiaca. Doppler esofageo vs termodiluizione

Leone D., Servillo G., De Robertis E., Rossano F., Tufano R.

Università degli Studi «Federico II» - Napoli, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Cattedra di Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva


FULL TEXT  


Obiettivo. Valutazione di un sistema continuo di monitoraggio basato sul Doppler esofageo.
Disegno sperimentale. Studio clinico prospettico.
Ambiente. Unità di Terapia Intensiva di un Policlinico Universitario.
Pazienti. Dieci pazienti critici che necessitavano di cateterizzazione dell’arteria polmonare.
Rilevamenti. Il cardiac output veniva rilevato in continuo da un sistema Doppler esofageo, formato da una sonda esofagea e da un microprocessore che calcolava il cardiac output usando un nuovo algoritmo. La tecnica standard di termodiluizione (10 ml di soluzione fisiologica) veniva usata per validare i dati forniti dal sistema Doppler.
Risultati. Si otteneva un totale di 50 misurazioni contemporanee del CO con termodiluizione e con il Doppler esofageo. Il valore medio del CO misurato con la termodiluizione era pari a 5,81±0,83 l/min, mentre con il Doppler esofageo era di 5,84±0,81 l/min. Il coefficiente di correlazione dei due metodi era r=0,93. L’analisi di Bland ed Altman ha fornito il 95% dei limiti di agreement pari a +0,52 e -0,64 l/min.
Conclusioni. Il monitoraggio continuo del cardiac output basato sul Doppler esofageo si è dimostrato sicuro, accurato, e preciso in rapporto alla tecnica standard della termodiluizione. Questa nuova tecnica di monitoraggio continuo migliora le nostre possibilità di assistere i pazienti critici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail