Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1998 July-August;64(7-8) > Minerva Anestesiologica 1998 July-August;64(7-8):339-43

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA


Minerva Anestesiologica 1998 July-August;64(7-8):339-43

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Confronto tra tecniche di ventilazione nell’ARDS. Volume controllato vs volume garantito a regolazione di pressione

Riverso P., Bernardi P. L., Corsa D., Morra M. G., Paganini G., Parigi F.

Presidio Ospedaliero di Sanremo - USL 1 Imperiese, Servizio di Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore


FULL TEXT  


Obiettivo. Comparazione degli effetti di una recente metodica di ventilazione meccanica (VGRP) con la ventilazione a volume controllato nel trattamento dell’ARDS.
Disegno sperimentale. Indagine prospettica realizzata nel periodo da marzo 1995 a marzo 1997.
Ambiente. Centro di Rianimazione Ospedale di Sanremo (Imperia).
Pazienti. Sono stati studiati 9 pazienti, sei maschi e tre femmine, di età media 49,2 anni, SAPS medio 35,5, affetti da ARDS da moderata a severa conseguente a patologia di diversa natura.
Interventi. I pazienti sono stati ventilati con respiratori Servo Ventilator 300 (Siemens) dapprima in volume controllato e quindi, mantenendo invariati tutti i parametri ventilatori di base, in volume garantito a regolazione di pressione.
Rilevamenti. Durante i due metodi di ventilazione e dopo 60 minuti di stabilizzazione sono stati rilevati i seguenti parametri: pressione di picco inspiratorio, compliance statica, PaO2, PaCO2, AaDO2, SaO2, oltre ai parametri cardiocircolatori.
Risultati. Con la metodica VGRP si è riscontrata una netta riduzione della pressione di picco ed un miglioramento della compliance, della PaO2 e della SaO2.
Conclusioni. Anche se da questo studio non è possibile trarre conclusioni su differenti morbilità e mortalità dei pazienti trattati con VGRP rispetto al VC, per il miglioramento degli scambi gassosi e della compliance e per la riduzione delle pressioni inspiratorie con minor rischio di barotrauma, possiamo affermare che la VGRP sembra essere la metodica di ventilazione più adatta nel trattamento dell’ARDS.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail