Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1998 Maggio;64(5) > Minerva Anestesiologica 1998 Maggio;64(5):239-41

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva

Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036

Periodicità: Mensile

ISSN 0375-9393

Online ISSN 1827-1596

 

Minerva Anestesiologica 1998 Maggio;64(5):239-41

ATTI DELLA VIDEOCONFERENZA - 5 ottobre 1996
EMORRAGIA SUBARACNOIDEA: UN APPROCCIO PLURISPECIALISTICO - II 

 SEZIONE V
OUTOCOME, COMPLICAZIONI, PREVENZIONE, VALUTAZIONE, PROSPETTIVE

Idrocefalo e risanguinamento nell’ESA

Marini G.

Università degli Studi - Brescia, Clinica Neurologica

Vengono sommariamente esposti i caratteri fondamentali del risanguinamento e dell’idrocefalo post-emorragico a seguito di emorragia subaracnoidea da rottura di aneurisma arterioso sacculare intracranico. Del risanguinamento si indicano la frequenza clinica, le cause, la clinica, la prevenzione e la terapia. L’idrocefalo post-emorragico viene diviso in acuto e cronico. Dell’acuto si indica la frequenza, la patogenesi, la clinica e la terapia. Del cronico si indica la frequenza, la clinica e la terapia, i risultati del trattamento.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina