Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 1998 January-February;64(1-2) > Minerva Anestesiologica 1998 January-February;64(1-2):21-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Anestesiologica 1998 January-February;64(1-2):21-7

lingua: Italiano

Valutazione delle caratteristiche psicologiche nella fase prechirurgica dei pazienti con Ritardo Mentale

Cavaliere F. 2, Cormaci S. 1, Cormaci M. 1, Mongelli V. 1, Buono S. 1

1 IRCCS «Oasi Maria SS» - Troina (EN), Servizio di Anestesia e Rianimazione, Servizio di Psicologia;
2 Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma, Istituto di Anestesia e Rianimazione


FULL TEXT  


Obiettivo. Facilitare una migliore valutazione psicologica preoperatoria del paziente con Ritardo Mentale (RM).
Disegno sperimentale. Valutazione di un questionario elaborato dal servizio Psicologico dell’IRCCS «Oasi Maria SS» in collaborazione col servizio di Anestesia e Rianimazione, composto di una prima parte nella quale vengono chiesti all’intervistato (psicologo, familiare, educatore) una breve descrizione della personalità del paziente e gli eventuali suggerimenti per la gestione perioperatoria e di una seconda parte comprendente 44 item ai quali deve essere attribuito un punteggio variabile da 1 (comportamento mai presente) a 5 (comportamento sempre presente). In quest’ultima vengono esaminate le capacità adattive, distinte in schema corporeo, linguaggio verbale, linguaggio ricettivo, linguaggio mimico-gestuale, orientamento temporale e memoria, l’ambito affettivo-sociale, suddiviso in sensibilità, dipendenza, e risposte sociali, e la presenza di comportamenti problematici e stereotipati.
Ambiente. Reparto operatorio di un IRCCS per lo studio del Ritardo Mentale.
Pazienti. 25 pazienti affetti da RM e sottoposti a interventi di chirurgia generale e odontoiatria in anestesia generale.
Risultati. Il questionario è stato applicato con successo a tutti i soggetti inclusi nello studio fornendo informazioni utili per la gestione perioperatoria. Rispetto ai 16 soggetti che in sala operatoria hanno pienamente collaborato, quelli non collaboranti hanno presentato una minore capacità di utilizzazione del linguaggio mimico-gestuale (p<0,05), reazioni di ansia e di paura connessi alla vista di siringhe, camici, sangue, ecc. (p<0,05) e condotte di fuga, isolamento o aggressività in risposta alla paura (p<0,05). Un confronto analogo è stato condotto dividendo i pazienti sulla base del grado di RM, lieve-moderato o grave; in questo caso le differenze di punteggio hanno riguardato ambiti diversi dai precedenti, comprendenti lo schema corporeo (p<0,001), la comprensione del linguaggio verbale (p<0,05) e ricettivo (p<0,001), l’orientamento temporale (p<0,001) e la memoria (p<0,001).
Conclusioni. Il questionario proposto è risultato molto utile per l’inquadramento preoperatorio dei pazienti affetti da Ritardo Mentale. Dai dati raccolti risulta che la mancata collaborazione di alcuni soggetti è da porsi in relazione all’ansia, alla paura e all’impossibilità di comunicare piuttosto che alla gravità del deficit intellettivo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail