Home > Riviste > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa > Fascicoli precedenti > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2016 December;30(4) > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2016 December;30(4):258-63

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MR GIORNALE ITALIANO DI MEDICINA RIABILITATIVA

Rivista di Formazione, Informazione, Aggiornamento Professionale della SIMFER

 

ARTICOLI ORIGINALI  FREEfree


MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2016 December;30(4):258-63

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Efficacia dell’esercizio eccentrico nel trattamento delle tendinopatie

Antonio FRIZZIERO, Filippo VITTADINI, Giuseppe GASPARRE, Andrea VENTURI, Costanza FERRONI, Stefano MASIERO

Dipartimento di Medicina Fisica e Riabilitativa, Università di Padova, Padova, Italia


FULL TEXT  


La tendinopatia rappresenta uno degli infortuni correlati allo sport più frequentemente riscontrati nella pratica clinica. L’identificazione della corretta strategia terapeutica è una delle maggiori sfide della medicina in ambito sportivo. Questa patologia multifattoriale è dovuta per lo più al sovraccarico e si caratterizza clinicamente per la presenza di dolore legato all’attività o al gesto atletico, indolenzimento e gonfiore locale. Nonostante questa condizione patologica sia diffusa, il trattamento non è ancora determinato in modo esaustivo. Attualmente è generalmente accettato che un precoce trattamento riabilitativo sia alla base della gestione di un paziente affetto da tendinopatia. L’Esercizio Eccentrico (EE) è considerato una risorsa terapeutica fondamentale, soprattutto per il trattamento della tendinopatia Achillea e Rotulea. In questa review abbiamo focalizzato la nostra attenzione sull’importanza dell’EE nella terapia e nella prevenzione delle tendinopatie dell’arto inferiore e superiore, valutando l’efficacia di uno specifico programma riabilitativo, i possibili meccanismi alla base del processo di guarigione e come l’EE influenza la struttura tendinea. Riteniamo che il trattamento con l’EE sia utile al fine di migliorare la sintomatologia clinica e il recupero della funzione nei pazienti affetti da tendinopatie dell’arto inferiore, ma nuovi studi sono necessari al fine di stabilire l’adeguata dose di esercizio da somministrare e per valutare gli effetti a lungo termine dell’EE.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail