Home > Riviste > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa > Fascicoli precedenti > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2008 March;22(1) > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2008 March;22(1):75-83

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MR GIORNALE ITALIANO DI MEDICINA RIABILITATIVA

Rivista di Formazione, Informazione, Aggiornamento Professionale della SIMFER

 

ARTICOLI ORIGINALI  


MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2008 March;22(1):75-83

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Rilevanza clinica del concetto McKenzie in relazione alla biomeccanica del disco intervertebrale lombare

Minacci M., Serafini F., Testa M.

Unità di Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Genova, Campus di Savona


FULL TEXT  


L’obiettivo di questo revisione, condotta utilizzando medline come banca dati, è di indagare il comportamento del nucleo polposo durante i movimenti di flessione ed estensione del rachide, al fine di verificare la validità del concetto biomeccanico per il quale il nucleo si sposterebbe anteriormente durante l’estensione e viceversa durante la flessione. Per uno studio più approfondito sul comportamento biomeccanico del disco è stata condotta un’ulteriore ricerca sui cambiamenti della pressione intradiscale in relazione a specifiche attività, posture o esercizi.
La maggior parte degli studi afferma che nei dischi sani il nucleo polposo tende a spostarsi anteriormente durante l’estensione e posteriormente durante la flessione. Un simile stereotipo non sarebbe adatto a descrivere la tendenza del nucleo dei dischi degenerati, il cui comportamento appare difficilmente prevedibile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail