Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2016 September;69(3) > Medicina dello Sport 2016 September;69(3):447-53

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Per citare questo articolo

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,202


eTOC

 

CASI CLINICI  


Medicina dello Sport 2016 September;69(3):447-53

Copyright © 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Onde T negative profonde e mutevoli in atleta master. Il ruolo dell’allenamento

Massimiliano BIANCO, Salvatore GERVASI, Vincenzo PALMIERI, Paolo ZEPPILLI

Sports Medicine Department, Catholic University, Rome, Italy


PDF  


L’articolo descrive il caso di un ciclista master (45 anni) di alto livello, asintomatico e con familiarità negativa per cardiomiopatie, il cui elettrocardiogramma presentava marcate alterazioni della ripolarizzazione ventricolare, specificamente onde T negative da V1 a V6, con ecocardiogramma e risonanza magnetica prive di alterazioni tali da giustificarle. Le onde T si “normalizzavano” pressoché completamente dopo un periodo di disallenamento, divenendo di nuovo negative dopo che l’atleta aveva ricominciato ad allenarsi intensamente. Pur non potendosi escludere con certezza una forma di cardiomiopatia in fase iniziale, il quadro è stato giudicato compatibile con l’attività sportiva agonistica, anche in relazione all’assenza di aritmie significative e alla presenza di una performance cardiaca eccellente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Bianco M, Gervasi S, Palmieri V, Zeppilli P. Deep and changeable negative T waves in a master athlete. The role of training. Med Sport 2016 September;69(3):447-53. 

Corresponding author e-mail