Ricerca avanzata

Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2016 Settembre;69(3) > Medicina dello Sport 2016 Settembre;69(3):435-46

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163

 

Medicina dello Sport 2016 Settembre;69(3):435-46

 AREA ORTOPEDICA

Dolore lombare cronico in ciclisti agonisti: due approcci terapeutici a confronto

Francesco POGLIACOMI 1, Martina F. PEDRINI 2, Andrea PELLEGRINI 1, Paolo SCHIAVI 1, Francesco CECCARELLI 1, Cosimo COSTANTINO 2

1 Department of Surgical Sciences, Orthopedic Clinic, University of Parma, Parma, Italy; 2 Graduate School of Physical and Rehabilitation Medicine, Department of Biomedical, Biotechnological and Translational Sciences, University of Parma, Parma, Italy

OBIETTIVO: Nel ciclismo il mantenimento di posizioni fisse prolungate, le sollecitazioni meccaniche dovute alle vibrazioni sulla bicicletta e la perdita della fisiologica curva del rachide, a causa di posizioni non idonee in sella, determinano un notevole sovraccarico funzionale di questo segmento muscolo-scheletrico. L’elevata incidenza di dolore lombare in questo sport porta a considerare la prevenzione come approccio primario ed essenziale per un corretto management di questa sintomatologia. Scopo dello studio è stato quello di confrontare due approcci terapeutici in ciclisti affetti da dolore lombare cronico.
METODI: Ventidue ciclisti che svolgono più di 20000 Km/anno sono stati suddivisi in due gruppi a seconda del trattamento effettuato. Il primo (gruppo A) è stato sottoposto a un trattamento tipo Back School, associato a modificazioni dell’appoggio sulla sella dopo analisi effettuata con il coprisellino “Geobiomized®”. Il secondo (gruppo B) ha eseguito solo la Back School. Ogni atleta è stato valutato prima del trattamento (T0) e dopo il suo completamento (T1) utilizzando le seguenti scale di valutazione: Numeric Rating Scale, Oswestry Disability Index e Roland Morris Disability Questionnaire.
RISULTATI: L’analisi dei risultati ha evidenziato un miglioramento significativo in entrambi i gruppi a T0 e T1 per tutte le valutazioni eseguite. L’analisi inter-gruppo ha mostrato risultati migliori per il Roland Morris Disability Questionnaire, scala caratterizzata da un’elevata specificità per sportivi agonisti, negli atleti del primo gruppo.
CONCLUSIONI: Il dolore lombare cronico può influenzare negativamente le prestazioni sportive. Nel ciclismo una corretta posizione sulla bicicletta, e dunque un miglioramento del gesto tecnico, è sicuramente utile per curare ed eventualmente prevenire tale invalidante corollario sintomatologico. Questo studio evidenzia come un miglioramento della posizione sulla sella, previa una sua specifica analisi, associata a trattamenti riabilitativi validati, possa determinare in questi atleti una riduzione del dolore e un miglioramento della funzionalità e della prestazione sportiva specifica.

lingua: Italiano, Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina