Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2016 June;69(2) > Medicina dello Sport 2016 June;69(2):267-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA ORTOPEDICA  


Medicina dello Sport 2016 June;69(2):267-80

Copyright © 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Variazioni della pressione plantare a diverse velocità di camminata

Huimin ZHONG 1, Bibo WANG 2, Lei GUO 2, Bo CHEN 2, Lianfu DENG 2, Ping HUANG 2

1 Department of Physics, School of Physics and Materials Science, East China Normal University, Shanghai, China; 2 Shanghai Key Laboratory for Bone and Joint Diseases, Shanghai Institute of Orthopedics and Traumatology, Ruijin Hospital Affiliated Medical School, Shanghai Jiaotong University, Shanghai, China


PDF  


OBIETTIVO: La tecnica dell’analisi della pressione plantare è stata applicata in diversi campi; tuttavia, si conosce poco circa le variazioni della pressione plantare a diverse velocità di camminata.
METODI: Sono state misurate le pressioni plantari dinamiche di ventiquattro soggetti sani utilizzando sette diverse velocità decrescenti (da quelle più veloci a quelle più lente) (rispettivamente il 130%, 120%, 110%, 100%, 90%, 80% e 70% della velocità di camminata preferita).
RISULTATI: La traiettoria del centro di pressione è risultata uniforme durante la camminata dei soggetti alla velocità preferita e al 110%, al 120% e al 130% della velocità preferita. Quando i soggetti hanno camminato al 70%, all’80% e al 90% della velocità di camminata preferita, la traiettoria del centro di pressione è risultata curva, specialmente al 70% della velocità di camminata preferita, oltre a essere tortuosa e incompleta. All’aumentare della velocità di camminata, la pressione plantare è aumentata in alcune regioni del piede. L’impulso del retropiede è aumentato durante la camminata lenta, mentre l’impulso dell’avampiede è aumentato durante la camminata veloce.
CONCLUSIONI: Alla diminuzione del 30% della velocità di camminata preferita, la traiettoria del centro di pressione è risultata tortuosa e incompleta e il movimento del piede è apparso instabile. Quando la velocità di camminata preferita è aumentata del 20% o più, la pressione plantare nell’avampiede è aumentata in maniera evidente e l’avampiede ha sostenuto la maggior parte degli impulsi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail