Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2016 Giugno;69(2) > Medicina dello Sport 2016 Giugno;69(2):173-83

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA FISIOLOGICA  


Medicina dello Sport 2016 Giugno;69(2):173-83

lingua: Italiano, Inglese

Risposta apoptotica a diversi periodi di riposo dopo un esercizio fisico di resistenza negli atleti

Hassan FARAJI 1, Rahman RAHIMI 2, Dariush SHEIKHOLESLAMI VATANI 2, Afshar JAFARI 3

1 Department of Physical Education and Sports Science, Mariwan Branch, Islamic Azad University, Mariwan, Iran; 2 Department of Physical Education and Sports Science, University of Kurdistan, Sanandaj, Iran; 3 Faculty of Physical Education and Sports Science, University of Tabriz, Tabriz, Iran


PDF  


OBIETTIVO: Obiettivo del presente studio è stato quello di determinare l’effetto di diversi periodi di riposo, dopo un esercizio fisico di resistenza (ER), sui livelli di p53, caspasi-9, marcatori di apoptosi intrinseca e IGF-1 quale biomarcatore anti-apoptotico.
METODI: Dieci atleti di sesso maschile (età: 19-26 anni e IMC: 20-25 kg.m-2) si sono offerti volontari per partecipare a questo studio. I soggetti hanno eseguito due protocolli di ER in due sessioni separate che includevano 4 serie di 6 esercizi con un carico all’85% di 1 ripetizione massimale (1RM) fino all’esaurimento, con 1 o 3 minuti di riposo tra le serie in modalità crossover randomizzata. I campioni di sangue di p53, caspasi-9 e IGF-1 sono stati esaminati prima dell’esercizio (Pre), immediatamente dopo (Post), 3 h dopo (3 h Post) e 24 ore dopo (24h Post) entrambi i protocolli di ER.
RISULTATI: Rispetto al valore basale, la concentrazione di IGF-1 nel siero era significativamente più elevata dopo l’ER per entrambe le condizioni (P<0,05). È stato osservato un aumento significativo (P<0,05) nella concentrazione post-esercizio di caspasi-9 solo nella condizione con 1 minuto di riposo. Inoltre, non sono state osservate differenze significative nella concentrazione di p53 durante il tempo di recupero dopo entrambi i protocolli di esercizio di resistenza (ER) rispetto al pre-esercizio (P>0,05). Tuttavia, non sono state osservate differenze significative tra i valori di entrambi i gruppi (1 o 3 minuti di riposo tra le serie) per quanto concerne le concentrazioni sieriche di p53, caspasi-9 e IGF-1 in tutte le fasi post-ER.
CONCLUSIONI: Anche se la caspasi-9 aumenta in modo significativo appena dopo 1 minuto di riposo, i nostri risultati indicano che diversi periodi di riposo tra le serie di ER non influenzano i biomarcatori apoptotici, inclusi p53 e caspasi-9, così come l’IGF-1 quale biomarcatore anti-apoptotico negli atleti allenati alla resistenza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail