Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2015 December;68(4) > Medicina dello Sport 2015 December;68(4):627-38

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA MEDICA  


Medicina dello Sport 2015 December;68(4):627-38

Copyright © 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Associazione dell’adiponectina ai marcatori infiammatori e resistenza insulinica in seguito ad allenamento a circuito con i pesi di moderata intensità in uomini sani sovrappeso e obesi

Etemad Z. 1, Moradiani H. 2, Aziz-Beigi K. 1

1 Department of Physical Education and Sports Sciences, Faculty of Educational Sciences and Psychology, Sanandaj Branch, Islamic Azad University, Sanandaj, Iran;
2 Department of Cellular and Molecular Exercise Physiology, Faculty of Physical Education and Sport Science, Urmia University, Urmia, Iran


PDF  


OBIETTIVO: Lo scopo del presente studio è stato quello di investigare gli effetti di un allenamento della resistenza a circuito di moderata intensità della durata di otto settimane sull’adiponectina, sul modello per la valutazione omeostatica dell’insulino-resistenza (HOMA-IR) e sui marcatori proinfiammatori negli uomini obesi.
METODI: Trenta uomini obesi, sani e sedentari sono stati assegnati in maniera casuale a tre gruppi con diversi IMC: G1 (25≤IMC<30 kg/m2), G2 (30≤IMC<35/m2) e G3 (35≤IMC). L’allenamento della resistenza a circuito includeva 6 movimenti di esercizio della resistenza, con 3 serie e 60 secondi di riposo tra le serie e 3 minuti di riposo tra i cicli, al 65% di 1RM. Un campione di sangue di 10 ml è stato prelevato da ogni partecipante prima e dopo il protocollo di allenamento al fine di misurare i livelli sierici di adiponectina, di TNF-α, di proteina C-reattiva ad alta sensibilità (high sensitivity C-reactive protein, hs-CRP), di insulina a digiuno, di glucosio e di HOMA-IR.
RISULTATI: L’analisi della varianza (ANOVA) a una via a misure ripetute ha mostrato che un allenamento della resistenza moderato non ha causato variazioni significative del peso corporeo e del rapporto vita-fianchi (RVF) al momento del confronto tra i valori precedenti e successivi all’allenamento. Tuttavia, la massa di grasso corporeo è diminuita significativamente (P<0,05). Il glucosio sierico a digiuno non è cambiato in maniera significativa, ma il livello di insulina è diminuito significativamente (P<0,05) in risposta all’allenamento della resistenza moderato di otto settimane. L’HOMA-IR è diminuito significativamente nei gruppi, rispettivamente del 17%, del 12% e dell’11%. Inoltre, la concentrazione di adiponectina è aumentata significativamente in tutti i gruppi, rispettivamente del 10%, dell’8,8% e del 10%. Non sono state riscontrate differenze significative tra le risposte dell’adiponectina nei gruppi. Inoltre, i livelli sierici di TNF-α e di hs-CRP non sono diminuiti in maniera statisticamente significativa. La concentrazione di adiponectina è stata correlata negativamente alle variabili.
CONCLUSIONI: Nonostante il miglioramento della resistenza insulinica e dei marcatori proinfiammatori, un allenamento a circuito con i pesi di moderata intensità della durata di 8 settimane ha avuto un effetto sui livelli di adiponectina in uomini sani obesi. Inoltre, è stato osservato che l’adiponectina sierica è correlata negativamente e in maniera significativa alla massa di grasso corporeo all’RVF, all’IMC, all’HOMA e ai marcatori infiammatori. Pertanto, ne deriva che la diminuzione della resistenza insulinica indotta dall’allenamento a circuito con i pesi è associata a variazioni dell’adiponectinemia in uomini sani obesi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail