Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2015 December;68(4) > Medicina dello Sport 2015 December;68(4):577-84

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA FISIOLOGICA  


Medicina dello Sport 2015 December;68(4):577-84

Copyright © 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Influenza dell’esercizio fisico sulle concentrazioni sieriche di fosforo e magnesio

Maynar-Mariño M. 1, Crespo C. 1, Llerena F. 2, Grijota F. 1, Alves J. 1, Muñoz D. 3, Caballero M. J. 2

1 Department of Physiology, School of Sport Sciences, University of Extremadura, Cáceres, Badajoz, Spain;
2 Department of Medical-Surgical Therapeutics, School of Medicine, University of Extremadura, Cáceres, Badajoz, Spain;
3 Department of Physical Education and Sport, Sport Sciences Faculty, University of Extremadura, Cáceres, Badajoz, Spain


PDF  


OBIETTIVO: L’attività fisica determina molteplici variazioni nel metabolismo umano: un esercizio fisico regolare e intenso può quindi accrescere i fabbisogni di minerali, sia attraverso l’aumento dei tassi di degradazione che attraverso la riduzione della loro perdita da parte dell’organismo. L’obiettivo del presente studio è stato quello di determinare le variazioni che si verificano nelle concentrazioni sieriche di magnesio (Mg) e fosforo (P) in un gruppo di atleti residenti a Cáceres, Estremadura (Spagna).
METODI: Ottanta atleti spagnoli professionisti di livello nazionale con caratteristiche metaboliche differenti sono stati reclutati prima dell’inizio del loro periodo di allenamento. Tutti gli atleti risiedevano nella stessa area geografica e si erano sottoposti ad un allenamento regolare e rigoroso durante i due anni precedenti l’inizio dello studio, con obiettivi agonistici di alto livello. Trentuno soggetti non allenati (sedentari) residenti nella stessa area geografica sono stati arruolati nel gruppo di controllo.
RISULTATI: Le concentrazioni sieriche di Mg sono risultate più basse (P<0,001), sebbene entro i valori normali, negli atleti di tutte le tipologie rispetto ai soggetti sedentari. Anche le concentrazioni sieriche di P sono risultate più basse (P<0,001) negli atleti di tutte le tipologie rispetto ai soggetti sedentari. Separando i soggetti sulla base dei sistemi energetici, è stato osservato che quelli che svolgevano attività aerobiche e quelli che svolgevano attività aerobiche-anaerobiche presentavano concentrazioni sieriche più basse (rispettivamente P<0,05 e P<0,001) rispetto al gruppo di controllo; non sono state rilevate differenze per quanto riguarda il gruppo che svolgeva un’attività anaerobica.
CONCLUSIONI: I risultati del presente studio indicano che l’attività fisica produce variazioni significative nelle concentrazioni sieriche di Mg e P e che tali variazioni possono essere dovute alle diverse discipline sportive praticate.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail