Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2015 March;68(1) > Medicina dello Sport 2015 March;68(1):135-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

FORUM  


Medicina dello Sport 2015 March;68(1):135-62

Copyright © 2015 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Una nuova frontiera nella sport-terapia: AMPA system (attività motoria personalizzata e adattata)

Lamberti V. Jr. 1, Nardini S. 2, Romano P. 1, Menegon T. 3, Lamberti V. Sr. 1

1 Istituto di Medicina dello Sport e dell’Attività Motoria (IMS) c.FMSI-CONI, Vittorio Veneto, Treviso, Italy;
2 Operative Unit of Pneumology, Az. ULSS 7 Pieve di Soligo, Treviso, Italy;
3 Servizio per la Promozione della Salute e Tutela nelle Attività Sportive, Dipartimento di Prevenzione Az. ULSS 7 Pieve di Soligo, Treviso, Italy


PDF  


OBIETTIVO: Con questo studio si è voluto indagare come programmi di esercizio fisico personalizzato e adattato possano migliorare le condizioni cliniche dei soggetti affetti da malattie croniche degenerative stabilizzate e non trasmissibili, incidendo sul contenimento della spesa sanitaria.
METODI: Nell’anno 2009/2010, dopo adeguato screening medico, è stato selezionato un campione di 178 soggetti di età compresa tra 35 e 85 anni, che hanno svolto un ciclo di sport-terapia in palestra medica con metodo AMPA (Attività Motoria Personalizzata e Adattata). I soggetti sono stati successivamente sottoposti ad un nuovo screening, utile per la comparazione dei parametri clinici e funzionali raccolti nella fase pre e post-intervento. Sono stati quindi identificati 5 gruppi specifici di pazienti: gruppo pressione arteriosa elevata, gruppo glicemia elevata, gruppo colesterolo elevato, gruppo BMI (Body Mass Index) elevato e gruppo IT (indice di Tiffeneau) ridotto. Per ogni gruppo è stato realizzato il confronto tra i valori di “baseline” e di “fine ciclo sport-terapia” dei parametri indagati. È stato utilizzato il questionario Qualeffo-41 modificato per valutare la percezione dello stato di salute e della qualità della vita pre e post-intervento.
RISULTATI: L’efficacia della sport-terapia è dimostrata dal miglioramento della percezione dello stato di salute, della qualità della vita, della capacità funzionale cardiorespiratoria e dei parametri cardiocircolatori e metabolici considerati. Ciò è strettamente correlato con la riduzione del rischio di insorgenza di eventi cardiovascolari e con la migliore capacità di gestione della malattia cronica, che verosimilmente comportano la riduzione dei ricoveri ospedalieri e del ricorso al medico di medicina generale e/o alle visite specialistiche.
CONCLUSIONI: Convalidiamo la sport-terapia come strumento efficace di prevenzione e terapia delle malattie croniche stabilizzate, diventate oggigiorno un problema sanitario e sociale causa di importanti ripercussioni sul piano assistenziale ed economico. In risposta alla nuova esigenza di salute ed assistenza del cittadino affetto da malattia cronica e di riduzione della spesa sanitaria, l’Istituto di Medicina dello Sport di Vittorio Veneto e l’ULSS 7 di Pieve di Soligo (TV) hanno reso disponibile sul territorio un servizio di sport-terapia (AMPA system).

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail