Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2014 September;67(3) > Medicina dello Sport 2014 September;67(3):437-48

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,202


eTOC

 

AREA MEDICA  


Medicina dello Sport 2014 September;67(3):437-48

Copyright © 2014 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Effetti del polimorfismo del gene GSTM1 sul danno ossidativo al DNA e sulla perossidazione lipidica in seguito a esercizio fisico estenuante in giovani lottatori

Mirzaei B. 1, Rahmani-Nia F. 1, Salehi Z. 2, Rahimi R. 3, Saravani M. F. 2, Ahmadi R. 2, Hoor Z. M. 2

1 Department of Exercise Physiology, Faculty of Physical Education and Sport Science, University of Guilan, Rasht, Iran; 2 Department of Biology, Faculty of Sciences, University of Guilan, Rasht, Iran; 3 Department of Physical Education and Sport Sciences, University of Kurdistan, Sanandaj, Iran


PDF  


OBIETTIVO: La glutatione-S-transferasi M1 (GSTM1) è coinvolta nella protezione antiossidante e riveste un ruolo importante nella rimozione delle specie reattive dell’ossigeno. Pertanto, obiettivo del presente studio è stato quello di esaminare il polimorfismo del gene GSTM1 in lottatori giovani e ben allenati e la sua relazione con i marcatori di stress ossidativo in seguito a un esercizio aerobico incrementale condotto fino all’esaurimento.
METODI: Trentuno giovani lottatori (età 19,52±2,75 anni, peso 79,24±16,13 kg, altezza 173±6,49 cm e grasso corporeo 16,37±5,92%) hanno svolto un esercizio aerobico incrementale fino all’esaurimento. Il DNA genomico è stato isolato dal sangue intero per l’analisi del polimorfismo del gene GSTM1 mediante reazione a catena della polimerasi (polymerase chain reaction, PCR). Campioni di urine sono stati raccolti prima (pre), dopo (post) e 24 ore dopo (24 h post) l’esercizio aerobico condotto fino all’esaurimento, per analizzare l’8-isoprostano e l’8-idrossi-2-deossiguanosina, marcatori dell’ossidazione lipidica e del DNA.
RISULTATI E CONCLUSIONI: I risultati hanno mostrato che la frequenza del genotipo GSTM1 nullo e del genotipo wild-type era rispettivamente del 19,35% e dell’80,65%. I lottatori portatori del genotipo GSTM1 nullo avevano un livello significativamente maggiore di 8-iso PGF2α (post) e 8-OHdG (24 h post) rispetto ai portatori del genotipo GSTM1 wild-type (rispettivamente P=0,039 e 0,002). Inoltre, il livello di 8iso PGF2α e 8-OHdG è aumentato in maniera significativa nel genotipo GSTM1 nullo dopo l’esercizio fisico rispetto al livello pre-esercizio (P=0,039, 0,045); tuttavia, non sono state osservate variazioni significative nel livello di 8-iso PGF2α e 8-OHdG nei lottatori con genotipo GSTM1 wild-type. In definitiva, è stato osservato che il genotipo GSTM1 nullo era associato a un maggiore danno ossidativo del DNA e alla perossidazione lipidica in seguito a un esercizio fisico estenuante in giovani lottatori ben allenati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail