Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2014 Settembre;67(3) > Medicina dello Sport 2014 Settembre;67(3):341-68

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

REVIEW  


Medicina dello Sport 2014 Settembre;67(3):341-68

lingua: Italiano, Inglese

Dolore pelvico anteriore nell’atleta da patologie intra-articolari: eziopatogenesi, diagnosi e principi di trattamento

Pogliacomi F. 1, Costantino C. 2, Pedrini M. F. 2, Pourjafar S. 1, De Filippo M. 3, Ceccarelli F. 1

1 Orthopedic Clinic, Department of Surgical Sciences, Parma University Hospital, Parma, Italy;
2 Graduate School of Physical and Rehabilitation Medicine, Department of Biomedical, Biotechnological and Translational Sciences, University of Parma, Parma, Italy;
3 Radiology Unit, Department of Surgical Sciences, Parma University Hospital, Parma, Italy


PDF  


La coxalgia e il dolore inguinale sono condizioni frequenti nell’atleta e spesso sono di difficile gestione sia per il medico che per il paziente. Questa sintomatologia può essere conseguente ad un evento acuto, a traumi cronici ripetuti e anche a patologie sistemiche. La diagnosi differenziale è ampia e comprende lesioni ossee, patologie intra- ed extra-articolari, neuropatie e malattie viscerali e, per questo, il loro riconoscimento e successivo corretto trattamento è spesso difficile. Attualmente, anche grazie ai progressi delle indagini strumentali e dell’artroscopia, è notevolmente aumentata l’attenzione verso gli atleti con problematiche all’inguine da cause intra-articolari. Questo articolo analizza le diverse patologie intra-articolari che causano dolore pelvico anteriore in questa tipologia di pazienti, con particolare riferimento alla loro diagnosi, imaging e terapia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail