Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2014 March;67(1) > Medicina dello Sport 2014 March;67(1):119-28

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,202


eTOC

 

AREA MEDICA  


Medicina dello Sport 2014 March;67(1):119-28

Copyright © 2014 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Effetto acuto di statica stretching e facilitazione neuromuscolare propriocettiva sulle prestazioni sprint in nuotatori maschi

Costa E. Silva G. 1, 2, Silveira A. 2, Novaes J. 1, Di Masi F. 2, 3, Conceição M. 3, Dantas E. 3

1 Physical Education Post Graduation Program, Rio de Janeiro Federal University, Rio de Janeiro, Brazil; 2 Laboratory of Physiology and Human Performance, Federal Rural University of Rio de Janeiro, Seropédica, Rio de Janeiro, Brazil; 3 Laboratory of Human Motricity Biosciences, Rio de Janeiro State University, Rio de Janeiro, Brazil


PDF  


OBIETTIVI: Lo studio ha analizzato gli effetti dello stretching statico (SS) e della facilitazione neuromuscolare propriocettiva (PNF) nelle prestazioni del nuoto a stile libero.
METODI: Tredici atleti di sesso maschile (22,7±1,42 anni, 77,2±7,25 Kg, 172,5±1,33 cm, IMC 25,9 ±4,09) sono stati suddivisi in modo random in tre gruppi per ciascuno dei quali è stato applicato il seguente protocollo sperimentale: A) gruppo CTRL: 50 metri stile libero alla massima velocità senza alcuna attività di stretching; B) gruppo SS (stretching statico) 50 metri stile libero alla massima velocità preceduti da 2 serie di 30 secondi di stretching statico per i muscoli pettorali e quadricipite; C) gruppo PNF (facilitazione neuromuscolare propriocettiva) 50 metri stile libero alla massima velocità preceduti da 2 serie di 30 secondi di PNF per i muscoli pettorali e quadricipite. I risultati sono stati analizzati statisticamente con il metodo ANOVA per dati ripetuti al fine di identificare differenze tra i gruppi.
RISULTATI: Il controllo dei dati ha dimostrato una diminuzione statisticamente significativa nei tempi di prova nel gruppo di controllo rispetto ai gruppi SS e PNF; CTRL: 32,12±2,92 s contro SS: 32,92±2,51 s (P<0,05). CTRL: 32,12±2,92 s contro PNF 33,52±3,07 s (P<0,0001). Nessuna differenza è stata individuata nei tempi di prestazione confrontando il gruppo PNF nei confronti di quello SS (P>0,05). Questo studio ha dimostrato una riduzione della capacità di prestazione nel nuoto dopo esecuzione di esercizi di stretching.
CONCLUSIONI: Questo studio evidenzia che lo stretching SS e quello PNF causa una perdita di prestazione in uno sprint di nuoto a stile libero.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

gabriel_bill04@hotmail.com