Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2013 September;66(3) > Medicina dello Sport 2013 September;66(3):375-87

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA MEDICA  


Medicina dello Sport 2013 September;66(3):375-87

lingua: Italiano, Inglese

Dipendenza negativa dalla carriera di resistenza e dismorfismo corporeo negli atleti veterani

Salas Sánchez J. 1, Ángel Latorre Roman P. 2, Soto Hermoso V. M. 3

1 Universidad Autónoma de Chile, Chile;
2 Department of Didactics of Music, Plastic and Corporal Expression of the University of Jaén, Jaén, Spain;
3 Department of Physical Education and Sports, University of Granada, Granada, Spain


PDF  


Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di analizzare il comportamento di dipendenza negli atleti veterani di endurance, il suo impatto sui disturbi dell’immagine corporea e la sua relazione con la qualità della vita correlata alla salute.
Metodi. Il presente studio ha incluso 135 atleti veterani, 109 uomini e 26 donne di età pari a 43,58±6,9 anni. Tali partecipanti hanno completato i seguenti questionari: SF-36 sulla qualità della vita, questionario sul complesso di Adone e questionario sull’aderenza alla corsa su lunga distanza.
Risultati. L’analisi dei dati indica che gli atleti veterani non mostrano nessuna dipendenza dalla corsa di endurance. La loro preoccupazione per l’immagine corporea rientra nel normale intervallo, sebbene il numero di sessioni di allenamento alla settimana abbia prodotto differenze significative nella dipendenza dall’esercizio fisico. Abbiamo osservato una correlazione negativa tra la dipendenza negativa e la scala di Adone con la funzione sociale, la salute mentale e il ruolo emozionale. Per quanto riguarda i valori di salute percepita rispetto alla popolazione spagnola nel complesso, gli uomini del presente studio percepivano un maggiore dolore fisico e ruolo emozionale mentre le donne presentavano minori valori in salute mentale, ruolo emozionale e vitalità.
Conclusioni. Da un punto di vista psicologico, gli atleti veterani conducono attività sportive a un livello compatibile con la salute e la qualità della vita.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

salas644@hotmail.com