Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2013 Marzo;66(1) > Medicina dello Sport 2013 Marzo;66(1):71-80

ULTIMO FASCICOLOMEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA MEDICA  


Medicina dello Sport 2013 Marzo;66(1):71-80

lingua: Italiano, Inglese

Analisi dello stato di salute orale e dei fattori salivari in giovani calciatori: studio pilota

D’Ercole S. 1, 2, Ristoldo F. 3, Quaranta F. 4, Amaddeo P. 5, Tripodi D. 2

1 Department of Experimental and Clinical Science, “G. D’Annunzio” University, Chieti-Pescara, Italy;
2 Department of Medical, Oral, Biotechnological Sciences, “G. D’Annunzio” University, Chieti-Pescara, Italy;
3 Unit of Odontostomatology, Ospedali Riuniti di Bergamo, Bergamo, Italy;
4 Department of Health Sciences, Foro Italico University, Rome, Italy;
5 Team Sanitario Atalanta Bergamasca Calcio


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. Obiettivo del presente lavoro è stato quello di valutare lo stato di salute orale di giovani calciatori e determinare come la pratica dell’esercizio fisico possa influenzare i principali fattori che caratterizzano l’ecosistema orale.
Metodi. Sono stati selezionati 16 ragazzi calciatori dell’Atalanta, età media 13 anni, e 40 soggetti controllo, che non praticavano alcuna attività sportiva, età media 12,5 anni.
È stato utilizzato un questionario per ottenere informazioni sulle caratteristiche della disciplina sportiva; abitudini alimentari; anamnesi patologica completa; anamnesi dei tessuti duri/molli del cavo orale; anamnesi traumatologica; anamnesi familiare. Prima dell’allenamento (T1), è stato eseguito un monitoraggio clinico e registrati i seguenti parametri: DMFT, Indice di Placca (PlI), Indice Gengivale (GI). Al T1 e dopo l’attività sportiva (T2) è stato eseguito il prelievo di saliva stimolata. I campioni sono stati sottoposti ad analisi microbiologica per la ricerca di Lattobacilli, S. mutans, conta batterica totale, e a ricerca immunologica per la titolazione delle S-IgA.
Risultati. I giovani calciatori hanno dimostrato un maggior PlI (0,85; ctr 0,08), maggiore presenza di discromie (42,85%; ctr 2,0%), maggiore frequenza di abitudini viziate (deglutizione atipica 71,42%, ctr 17%; onicofagia 57,14%, ctr 0%) e scarsa frequenza di spazzolamento quotidiano (3/die: 0%; ctr 33,00%) rispetto ai controlli. I giovani calciatori presentavano una carica microbica statisticamente superiore rispetto ai controlli, sia al T1 che al T2. Al T1 il 31,25% dei calciatori presentava una carica di S. mutans >106 e la percentuale incrementava al 68,75% al T2. Una carica >106 di Lactobacillus si osservava solo nel 12,5% al T1 dei giovani atleti e nel 31,25% al T2. Al T2 si assisteva ad una diminuzione statisticamente significativa della concentrazione delle S-IgA.
Discussione e conclusioni. I giovani calciatori sembrano correre un rischio maggiore nello sviluppo di patologie del cavo orale rispetto ai soggetti sedentari, causato sia da una scarsa attenzione alla salute del proprio cavo orale sia dagli effetti di alterazioni microbiologiche e immunologiche che si verificano nel tempo dell’allenamento.

inizio pagina