Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2012 Dicembre;65(4) > Medicina dello Sport 2012 Dicembre;65(4):473-84

ULTIMO FASCICOLOMEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA FISIOLOGICA  


Medicina dello Sport 2012 Dicembre;65(4):473-84

lingua: Italiano, Inglese

Analisi di alcune variabili prestative del giovane tennista under 12

Sannicandro I., Piccinno A., Cofano G., De Pascalis S., Rosa A. R.

Motor and Sports Activities Department, University of Foggia, Foggia, Italy


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. La presenza di un numero ridottissimo di studi che descrivono la prestazione tennistica in ambito giovanile condiziona le conoscenze relative alla metodologia di allenamento del giovane tennista. Il presente studio si prefigge di descrivere il modello prestativo del tennis giovanile (under 12) con particolare riferimento al tempo totale di gioco, all’effettivo tempo di gioco per ciascun punto, i tempi di recupero tra i punti, game e set. Lo studio si prefigge altresì di descrivere e quantificare le principali modalità di spostamento e il numero di cambi di direzione per ciascun punto realizzate dal giovane atleta durante la gara.
Metodi. Il campione costituito da 24 giocatori under 12 di nazionalità italiana ed estera (12 maschi, 44,7±3,7 kg, 153,7±6,1 cm, 12 femmine, 44,2±9,7 kg, altezza 159,7±8 cm) è stato videoripreso per rilevare successivamente in apposita tabella alcuni variabili prestative.
Risultati. Lo studio ha evidenziato differenze di genere nei giovani tennisti per quanto riguarda il tempo medio di durata del gioco (P<0,05), il tempo di recupero tra i punti (P<0,001), il tempo medio totale ed effettivo di gioco (P<0,05), la media dei cambi di direzione effettuati per punto, quantità e modalità di spostamenti svolti durante la gara.
Conclusioni. Il tennis giovanile presenta valori molto diversi tra i due generi e molto distanti da quelli del tennista top level; in considerazione di tali differenze, richiede pertanto una specifica programmazione delle sessioni di training tecniche ed atletiche.

inizio pagina