Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2012 December;65(4) > Medicina dello Sport 2012 December;65(4):423-35

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

RASSEGNA  


Medicina dello Sport 2012 December;65(4):423-35

lingua: Italiano, Inglese

Le lesioni muscolari indotte dall’esercizio: il delayed muscle soreness

Bisciotti G. N., Eirale C.

Kinemove Rehabilitation Centers Pontremoli, Parma, La Spezia, Italy


PDF  


L’esercizio fisico intenso, soprattutto se basato sulla contrazione eccentrica provoca, come ben noto, delle microlesioni a livello della struttura muscolare a cui consegue un quadro metabolico e meccanico che va sotto il nome di DOMS, acronimo di Delayed Onset Muscle Soreness. Nonostante la prima descrizione del DOMS risalga ai primi anni del secolo scorso, alcuni suoi aspetti non sono ancora del tutto chiariti e su alcuni punti mancano, ad oggi, delle evidenze scientifiche. Molto tuttavia si conosce soprattutto sulle alterazioni ultrastrutturali a livello muscolare che il DOMS comporta, come numerosi sono anche gli studi incentrati sui marker ematici del danno muscolare indotto dall’esercizio. La patologia associabile al DOMS è spesso subclinica e la sintomatologia può essere molto variabile anche se, in linea di massima si può affermare che la perdita di forza raggiunge il suo picco nelle prime 48 ore dall’esercizio, con un recupero completo entro 5 giorni ed il picco massimo del dolore e della debolezza si registrano ad 1-3 giorni dall’esercizio e cessano in genere dopo circa 7 giorni. Il DOMS può influire negativamente sulla prestazione atletica alterando sia la funzione muscolare che la meccanica articolare. Inoltre, è importante sottolineare come il fenomeno del DOMS possa potenzialmente essere un importante fattore di rischio d’infortunio muscolare. La letteratura è piuttosto equivoca per ciò che riguarda la terapia farmacologica, la supplementazione, la cura e la prevenzione del DOMS. Le sole evidenze ritrovabili in bibliografia per ciò che riguarda l’aspetto preventivo riguarderebbero la metodologia denominata “repeated-bout effect”, mentre molti altri aspetti, sia di tipo curativo che preventivo, richiedono ancora ulteriori ricerche per comprovarne l’evidenza

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

bisciotti@libero.it