Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2012 June;65(2) > Medicina dello Sport 2012 June;65(2):259-64

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

CASI CLINICI  


Medicina dello Sport 2012 June;65(2):259-64

lingua: Italiano, Inglese

Crioterapia associata a lesione del nervo peroneo comune in un calciatore

Eirale C. 1, Sannicandro I. 2, Sala M. 1, Benzarti N. 1, Chalabi H. 1

1 Orthopedic and Sports Medicine Hospital, Doha, Qatar;
2 Sciences and Techniques of Motor Activity, University of Foggia, Foggia, Italy


PDF  


Il caso riguarda un calciatore di 19 anni, di origine africana, affetto da deficit della deambulazione e piede cadente (foot drop) 24 ore dopo una contusione al compartimento esterno del ginocchio sinistro, trattata con crioterapia ininterrotta per 45 minuti. All’esame clinico il ginocchio sinistro evidenziava una normale mobilità articolare in assenza di evidenti segni di instabilità, con modesta sintomatologia dolorosa a carico della testa del perone. Era evidente un deficit di forza anti-gravitazionale con atteggiamento in flessione dorsale ed eversione del piede sinistro associato a parestesie a carico del terzo laterale della gamba sinistra. L’esame clinico, le indagini radiologiche e i test elettrofisiologici hanno portato alla diagnosi di lesione a carico del nervo peroneale comune sinistro. Il giocatore si è sottoposto a trattamento fisoterapico, e utilizzo di splint peroneale che hanno permesso il ritorno all’attività agonistica dopo 30 settimane. In conclusione, la lesione del nervo peroneale comune nello sport può determinare una lunga assenza dalle competizioni. Numerosi fattori eziologici possono essere coinvolti, incluso la crioterapia, che dovrebbe essere monitorata accuratamente dallo staff medico. Gli atleti devono essere educati circa le modalità di utilizzo della crioterapia e le potenziali complicazioni derivanti da uno scorretto utilizzo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail