Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2012 June;65(2) > Medicina dello Sport 2012 June;65(2):167-72

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

  AREA FISIOLOGICA


Medicina dello Sport 2012 June;65(2):167-72

lingua: Italiano, Inglese

Profilo antropometrico e fisiologico di giovani atleti uomini di triathlon olimpico

Gianfelici A. 1, 2, Tamburri R. 2, Miglio M. 2, Bottoni A. 2, Bomprezzi A. 2, Faina M. 1

1 Sport Medicine and Science Institute, Italian National Olympic Committee, Rome, Italy;
2 Italian Triathlon Federation, Rome, Italy


PDF  


Obiettivo. Il triathlon è uno sport di resistenza composto da nuoto, ciclismo e corsa; tali eventi si collocano uno dopo l’altro in rapida successione e il tempo ufficiale dei concorrenti include anche il tempo necessario per il “passaggio” da un evento all’altro. Obiettivo del presente studio è stato quello di determinare il profilo antropometrico e fisiologico di giovani triathleti (OTA) (19-23 anni) rispetto a un gruppo di OTA d’élite e di valutare le differenze tra i loro profili al fine di stabilire se il gruppo più giovane avesse già le qualità necessarie per avere successo.
Metodo. Sono stati scelti 7 OTA uomini tra i migliori atleti italiani d’età compresa tra i 19 e i 23 anni, i quali si sono offerti volontari per partecipare allo studio. Le misurazioni antropometriche hanno incluso il peso corporeo, l’altezza e le misurazioni dell’impedenza bioelettrica; le misurazioni fisiologiche hanno incluso il test aerobico e anaerobico.
Risultati. I risultati (età 21,7±1,28 anni; altezza 177,9±5,76 cm; massa corporea (MC) 69,6±3,1 kg; massa di grasso corporeo 6±1,97%; massa libera da grasso (65,3±1,99 kg) hanno mostrato che il picco del consumo di ossigeno (VO2 picco) era rispettivamente di 71,4±3,96 mlO2*kg-1*min-1, 70,3±6,65 mlO2*kg-1*min-1 e 67,6±10,83 mlO2*kg-1*min-1 sul cicloergometro, sul tapis roulant e nella vasca ergometrica. La potenza di picco (PP) sul test Win30 è stata di 804,4±83,88 Watt (11,5±1,36 Watt/kg MC).
Conclusioni. Il presente studio ha mostrato che i giovani triathleti hanno strutture corporee e valori aerobici e anaerobici simili a quelli degli OTA italiani d’élite e ai triathleti portoghesi d’élite.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail