Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2008 Settembre;61(3) > Medicina dello Sport 2008 Settembre;61(3):373-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA ORTOPEDICA  


Medicina dello Sport 2008 Settembre;61(3):373-80

lingua: Inglese, Italiano

Validazione del protocollo di Ottawa “ankle rules” applicato ad atleti afferenti a un Dipartimento di Emergenza di II livello

Santelli F. 1, Magnanelli R. 1, Pallotto R. 1, Formica L. M. 2, Polonara S. 3, Marinelli M. 1

1 Regional Centre of Sports Medicine, Ancona, Italy
2 Centre of Sports Medicine, Macerata, Italy
3 Acceptance and Emergency Medicine and Surgery Unit Orthopedic Clinic Hospitals Umberto I, GM Lancisi, G Salesi, Ancona, Italy


FULL TEXT  


Obiettivo. Validazione dell’applicazione delle Ottawa Ankle Rules (OARs) per escludere la presenza di fratture della caviglia e del piede in atleti non professionisti che hanno subito un trauma distorsivo di piede e caviglia.
Metodi. Tra luglio e dicembre 2006 sono stati arruolati in questo studio prospettico 248 atleti di varie discipline con trauma distorsivo di caviglia afferenti al Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Umberto I, GM Lancisi, G Salesi. Sono state valutate la sensibilità, la specificità, il valore predittivo positivo e negativo e i likelihood ratios (positivi e negativi) delle OARs.
Risultati. La sensibilità delle OARs nell’individuare le 42 fratture di caviglia (29 di pertinenza dei malleoli, 4 del mediopiede e 4 di entrambe le regioni anatomiche) è stato del 100% per le due tipologie di frattura e per entrambe. La specificità delle OARs nell’individuare le fratture è risultata essere del 46,5% per entrambe le zone, 43,5% per i malleoli, 41% per il medio piede. L’utilizzo delle OARs potenzialmente è in grado di ridurre la richiesta di radiografie dopo trauma distorsivo di caviglia del 29%.
Conclusioni. Il trauma distorsivo del piede e di caviglia è molto frequente in Pronto Soccorso e spesso coinvolge sportivi a vari livelli. La maggior parte di questi pazienti sarà sottoposto a radiografie anche se solo una percentuale di circa il 15% risulterà positivo per fratture di caviglia e piede. Le OARs sono degli strumenti diagnostici dotati di alta sensibilità per individuare le fratture della caviglia e del mediopiede. L’utilizzo di queste “regole” potrebbe condurre negli sportivi di varie discipline alla riduzione della richiesta di un elevato numero di radiografie, costi, esposizione a radiazioni e tempi di attesa nei pronto soccorsi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail