Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2008 Settembre;61(3) > Medicina dello Sport 2008 Settembre;61(3):365-72

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA MEDICA  


Medicina dello Sport 2008 Settembre;61(3):365-72

lingua: Inglese, Italiano

Il trend del sovrappeso e dell’obesità nei bambini e adolescenti in rapporto all’attività sportiva

Gelonesi F., Catalano G., Monea P., Flachi A., Attinà G., Piromalli S., Roberto D., Attinà D.

Sports Medicine Unit, ASL 11, Reggio Calabria, Italy


FULL TEXT  


Obiettivo. Indagare il trend di sovrappeso e obesità in bambini e adolescenti.
Metodi. È stata valutata la prevalenza di sovrappeso e obesità nel 1995, nel 2000 e nel 2005 in una popolazione di età compresa tra i 12 e i 17 anni, rapportandola all’attività sportiva.
Risultati. La prevalenza dell’obesità nel campione è passata dal 7,1% (1995), al 9,2% (2000), al 9,6% (2005). Negli individui di sesso maschile è passata dal 7,3%, al 9,5%, al 10,7%; tra i sedentari dall’11,9%, al 14,5%, al 17,6%, tra i praticanti attività sportiva dal 5,9%, al 7,8%, all’8,1%. Negli individui di sesso femminile dopo un incremento dal 6,5% al 7,8%, nel 2005 si è registrato un ritorno ai valori iniziali; nelle sedentarie la prevalenza è passata dal 9,7%, all’11,1%, per tornare al 9,7% nel 2005, nelle sportive la prevalenza è passata dal 5,4%, al 6,3%, riducendosi al 4,8% nel 2005. Il trend del sovrappeso nel campione è passato dal 12% della prima rilevazione, al 12,8% della seconda, al 12,6% dell’ultima. Nei ragazzi sedentari dal 13,9%, al 15%, al 15,8%; negli allenati dal 10,7%, all’11,4%, all’11,7%. Nelle ragazze sedentarie dopo un modesto incremento dal 14,5%, al 15,3%, la prevalenza è invariata nella terza rilevazione; nelle sportive la prevalenza è simile nei primi due controlli 14,1% vs 14,4%, per ridursi al 10,2% nell’ultima rilevazione.
Conclusioni. L’attività fisica sembra esercitare un “rallentamento” sul trend dell’obesità, che nelle femmine avviene già tra il 1995 e il 2000, mentre nei maschi si manifesta tra il 2000 e il 2005. La tendenza alla riduzione della prevalenza di sovrappeso e obesità, pur se di entità minore, si manifesta anche tra le adolescenti che non praticano attività fisica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail