Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2007 December;60(4) > Medicina dello Sport 2007 December;60(4):595-603

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA ORTOPEDICA  


Medicina dello Sport 2007 December;60(4):595-603

lingua: Inglese, Italiano

Trattamento delle tendinopatie croniche del tendine rotuleo con fattori di crescita (plasma ricco di piastrine): studio preliminare

Volpi P. 1, Marinoni L. 1, Bait C. 1, De Girolamo L. 1, 2, Schoenhuber H. 1

1 Sports Traumatology and Arthroscopic Surgery Unit, Galeazzi Orthopaedics Institute, IRCCS, Milan, Italy
2 Department of Medical Pharmacology, Faculty of Medicine, University of Milan, Galeazzi Orthopaedics Institute, IRCCS, Milan, Italy


FULL TEXT  


Nel presente studio sono stati inclusi otto atleti con indicazione all’intervento chirurgico per tendinopatia cronica del tendine rotuleo, recalcitranti alla terapia fisica conservativa e ad altri trattamenti non chirurgici.
Dopo aver eseguito una MRI e aver raccolto i dati relativi ai valori di VISA pre-infiltrazione, i pazienti sono stati trattati con una singola infiltrazione di PRP (Plasma Ricco di Piastrine). I pazienti, a cui è stato indicato un programma riabilitativo individuale, sono stati seguiti periodicamente fino ad una valutazione finale a 120 giorni post-intervento.
Sette degli otto pazienti valutati al follow up finale hanno mostrato un miglioramento deil valori di VISA. Per un paziente si è reso necessario l’intervento chirurgico prima del raggiungimento del follow up finale e dunque non è stato incluso nell’analisi.
Il valore medio finale dei punteggi della VISA è di 75.0, contro un valore medio iniziale di 39.25, che rappresenta un miglioramento medio del 91% (p<0.001).
Nell’80% dei casi, la MRI al follow up finale mostra un’apprezzabile riduzione dell’irregolarità tendinea se comparata alle immagini pre-infiltrazione.
In conclusione, il trattamento delle tendinopatie croniche in una serie di atleti risulta in un miglioramento statisticamente significativo dei valori di VISA per sette pazienti degli otto inclusi nello studio e le immagini MRI pre e post-infitrazione mostrano una netta diminuzione dell’irregolarità nell’80% dei tendini trattati.
Tuttavia, gli Autori ritengono che, nonostante i buoni risultati mostrati, siano necessari ulteriori studi per validare la metodica e confermare i dati ottenuti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail