Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2007 June;60(2) > Medicina dello Sport 2007 June;60(2):179-84

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA MEDICA  


Medicina dello Sport 2007 June;60(2):179-84

lingua: Inglese

Apporto energetico e dispendio energetico in canoisti professionisti della nazionale Italiana durante l’allenamento invernale

Lazzer S., Molin M., Bordin D.

Department of Anatomy and Physiology, University of Padoa, Padoa, Italy


FULL TEXT  


Obiettivo. Studiare l’adeguatezza dell’apporto alimentare in relazione al dispendio energetico in canoisti professionisti.
Metodi. Tredici canoisti maschi della squadra nazionale italiana (di 20-30 anni) sono stati valutati durante l’allenamento invernale. Sono stati valutati: il peso corporeo, l’altezza, l’indice di massa corporea (IMC); la massa grassa (MG) e la massa magra (MM) sono state stimate con il metodo delle pliche cutanee. Il dispendio energetico è stato stimato per 7 giorni consecutivi usando il metodo fattoriale. L’apporto energetico e il contenuto in nutrienti sono stati stimati usando un questionario alimentare settimanale.
Risultati. Il peso corporeo e l’altezza media erano 82,5 ± 6,2 kg e 183,2 ±5,7 cm, l’IMC era 24,6 ± 1,6 kg/m2. La MM media era 73,7 ± 5,4 kg e la percentuale di MG era di 10,7 ± 1,9%. Il dispendio energetico giornaliero non era significativamente diverso dagli apporti energetici giornalieri (4,49 ± 0,32 vs 4,13 ± 0,94 Mcal, rispettivamente, p=ns). Le percentuali dell’energia proveniente dai carboidrati, dai lipidi e dalle proteine erano 55,1, 29,0 e 15,9 %, rispettivamente. Il consumo medio di ferro e delle fibre alimentari non era significativamente diverso dai valori suggeriti per la popolazione italiana. Tuttavia, il colesterolo ed il consumo medio di calcio erano superiori ai valori suggeriti per la popolazione italiana (418 vs 300 mg/d e 1458 vs 800 mg/d, rispettivamente).
Conclusioni. I canoisti professionisti che hanno partecipato a questo studio presentavano caratteristiche fisiche e composizione corporea simile agli atleti della stessa categoria. Il dispendio energetico non era significativamente differente dall’apporto energetico. Alcuni soggetti presentavano un apporto eccessivo dei lipidi che suggerisce la necessità di una migliore formazione nutrizionale degli atleti per conservare una buona salute e per avere buone prestazioni

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail