Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2006 September;59(3) > Medicina dello Sport 2006 September;59(3):343-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA  


Medicina dello Sport 2006 September;59(3):343-8

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

L’epitrocleite del lanciatore nel gioco del baseball

Costantino C., Soncini G., Pogliacomi F.

Sezione di Ortopedia, Traumatologia e Riabilitazione Funzionale, Dipartimento di Scienze Chirurgiche Università degli Studi di Parma, Parma


FULL TEXT  


Obiettivo. Scopo del presente lavoro è verificare l’efficacia di un programma mirato di prevenzione delle recidive dell’ epitrocleite, patologia da overuse causata da microtraumi ripetuti sulle componenti articolari del gomito durante lanci forzati nel gioco del baseball.
Metodi. È stato effettuato uno screening su 86 giocatori di baseball militanti in squadre professionistiche e semiprofessionistiche della provincia di Parma. Sono stati selezionati 19 atleti lanciatori di età compresa tra i 18 e i 25 anni che avevano lamentato nei precedenti 12 mesi almeno due episodi di epitrocleite documentate ecograficamente ma che al momento della selezione non presentavano alcuna sintomatologia algica. È stato effettuato un test isocinetico, che ha quantificato il picco di forza, e la potenza dei muscoli prono-supinatori ed ha evidenziato un aumento del picco di forza e della potenza dei muscoli pronatori. È stato pertanto consigliato un programma terapeutico allo scopo di riequilibrare selettivamente i muscoli deficitari mediante esercizi di rinforzo muscolare globale e specifico isotonico con pesi ed elastici.
Risultati. L’esame isocinetico effettuato a distanza di 6 mesi dal programma terapeutico - preventivo ha evidenziato una variazione statisticamente significativa con aumento medio dei valori di picco di forza del 24% e della potenza del 19% dei muscoli supinatori alla velocità angolare di 90°/sec. e rispettivamente del 26% e del 20,6% alla velocità angolare di 180°/sec., nonchè il raggiungimento dell’equilibrio fra i muscoli pronatori e supinatori. A distanza di 2 anni non si è riscontrata alcuna manifestazione clinica patologica a carico del gomito nei 19 atleti.
Conclusioni. Nel gioco del baseball sono soprattutto gli squilibri muscolari a provocare patologie delle strutture muscolo-tendinee e capsulo-legamentose. Il miglioramento dell’equilibrio muscolare ottenuto con il programma consigliato ed evidenziato dal test isocinetico, ha influito positivamente sulla biomeccanica del lancio e riteniamo sia stato un elemento importante nel prevenire le frequenti recidive. Negli sports di lancio dove il gomito è notevolmente sollecitato, è necessario un armonico equilibrio della muscolatura e in particolar modo dei muscoli pronatori e supinatori che puo’ essere ottenuto con adeguata preparazione preventiva.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail