Ricerca avanzata

Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2003 Giugno;56(2) > Medicina dello Sport 2003 Giugno;56(2):103-13

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163

 

Medicina dello Sport 2003 Giugno;56(2):103-13

 AREA TERAPEUTICA E RIABILITATIVA

L’esercizio eccentrico nella rieducazione funzionale dell’epicondilite. Studio randomizzato controllato

Selvanetti A. 1, Barrucci A. 1, ntonaci A. 1, Martinez P. 1, Marra S. 1, Necozione S. 2

1 Azienda Ospedaliera “Complesso Ospedaliero S. Giovanni-Addolorata-Calvary”, UOC di Medicina Fisica e Riabilitazione, Centro di Riabilitazione “Medical Corner”, Roma;
2 Dipartimento di Medicina Interna e Sanità Pubblica, Università degli Studi dell’Aquila, L’Aquila

Obiettivo. La revisione della letteratura sul trattamento conservativo dell’epicondilite evidenzia che sono numerosi le tecniche ed i metodi rieducativi applicabili, ma sono carenti studi clinici scientificamente ben progettati e condotti. Recentemente sono stati riportati risultati incoraggianti nel trattamento delle tendinopatie da sovraccarico funzionale mediante l’esercizio terapeutico eccentrico. L’articolo riporta i risultati dell’esperienza degli Autori nel trattamento dell’epicondilite di recente insorgenza (mediamente 6,7 mesi) mediante un programma di trattamento comprendente stretching di tipo FNP (Facilitazione Neuromuscolare Propriocettiva), rinforzo eccentrico dei muscoli estensori del polso ed educazione dei pazienti.
Metodi. Nello studio, randomizzato controllato, 62 pazienti sono stati assegnati in maniera randomizzata a due tipologie di terapia. Il gruppo C (controllo; n=29) si è sottoposto ad un ciclo di ultrasuoni placebo, il gruppo E (eccentrico; n = 33) è stato trattato mediante esercizi di stretching FNP, modalità contrazione-rilasciamento, e potenziamento eccentrico dei muscoli estensori del polso. Tutti i pazienti potevano indossare un’ortesi di gomito durante le attività manuali sintomatiche che non potevano essere sospese, ed a tutti sono stati forniti consigli ergonomici ed istruzioni sulla gestione della sintomatologia dolorosa.
Risultati. I risultati sono stati valutati prima e dopo il trattamento mediante la scheda a punti di Ko, e, dopo un follow-up medio di 11 mesi (range 6-14), anche mediante la scheda di Verhaar ed un giudizio soggettivo finale. Il gruppo E, alla fine delle 4 settimane di trattamento, ha evidenziato, con la scheda di Ko, miglioramenti statisticamente significativi superiori a quelli del gruppo C. Al follow-up finale tra i pazienti E i risultati soddisfacenti (eccellenti/buoni) si sono riscontrati nel 76%, a fronte del solo 3% registrato tra i pazienti C.
Conclusioni. Pur riconoscendo la esiguità numerica dei partecipanti allo studio e la brevità del follow- up, questo studio conferma la superiorità a breve termine, rispetto al placebo, di un trattamento riabilitativo fondato sull’esercizio terapeutico eccentrico nel controllo della sintomatologia dolorosa e nel miglioramento della funzionalità di pazienti affetti da epicondilite.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina