Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2002 September;55(3) > Medicina dello Sport 2002 September;55(3):207-18

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA ORTOPEDICA  


Medicina dello Sport 2002 September;55(3):207-18

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Traumatologia sportiva del distretto oro-maxillo-facciale. Infortuni e prevenzione

Giordano-Lanza G. 1, Guerra G. 1, Tafuri D. 2

1 Scuola di Specializzazione in Medicina dello Sport, Servizio Speciale in Medicina dello Sport, Università degli Studi di Napoli «Federico II», Napoli;
2 Facoltà di Scienze Motorie, Università degli Studi di Napoli «Parthenope», Napoli


PDF  


I traumi del distretto oro-maxillo-facciale dovuti allo sport si verificano sempre più frequentemente con un’incidenza che raggiunge in alcuni Paesi addirittura il 30% e con una prevalenza del sesso maschile su quello femminile.
Questo andamento è dovuto al crescente interesse e all’aumentato numero di praticanti di alcune discipline sportive che presentano un maggior rischio di traumi dentali e di tutto lo splancnocranio come: l’immersione subacquea, corse di mountain bike, sci alpino e sport acquatici che si vanno ad aggiungere ai più noti come la boxe e ciclismo su strada. La traumatologia sportiva del distretto oro-maxillo-facciale include, oltre ai traumi dentari, anche lesioni a carico del tessuto parodontale, le lesioni a carico della gengiva o alla mucosa orale e le lesioni dell’osso di supporto.
I traumi da sport possono comportare trattamenti terapeutici lunghi e costosi ed una notevole invalidità dei soggetti affetti sia dal punto di vista sociale che lavorativo. In seguito a tutte queste considerazioni, al fine di proteggere gli atleti dagli infortuni del distretto oro-maxillo-facciale, sono stati ideati equipaggiamenti di protezione come elmetti, maschere per la faccia e paradenti.
Alcuni di questi strumenti di protezione sono stati resi obbligatori dai regolamenti come l’uso del casco per i gli sciatori, i ciclisti ed i corridori di mountain bike.
Lo strumento di prevenzione più utile ed efficace risulta essere il paradenti o mouth guard il cui uso si è dimostrato utile non solo nella protezione degli elementi dentari, ma anche dei tessuti molli, del condilo mandibolare e delle ossa craniche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail