Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2002 Settembre;55(3) > Medicina dello Sport 2002 Settembre;55(3):171-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA VALUTAZIONE FUNZIONALE  


Medicina dello Sport 2002 Settembre;55(3):171-9

lingua: Italiano

Capacità fisica e funzionale in uomini e donne di età compresa tra i 69 e i 78 anni. Possibili effetti causati da un’attività fisica continuata

Deiuri E. 1, Leonardi E. M. 2

1 Dipartimento di Fisiologia e Biomeccanica, Istituto di Scienza dello Sport, CONI, Roma;
2 Facoltà di Biologia, Università degli Studi Roma Tre, Roma


PDF  


Scopo di questo lavoro preliminare è di valutare alcuni parametri antropometrici, funzionali e fisici di un gruppo di anziani fisicamente attivi.
Tredici soggetti sani, fisicamente attivi e autonomi (6 di sesso femminile e 7 maschile) di età compresa tra i 69 e 78 anni hanno eseguito i seguenti test: pressione e frequenza cardiaca a riposo, Physical Performance Test (PPT), composizione corporea, massima forza muscolare isometrica (flessione ed estensione del tronco, handgrip), forza dinamica (power rig test, stair climbing test), stima della capacità di equilibrio (8-balance test). Sono state poi calcolate le correlazioni tra i vari indici, è stato usato il t-test di Student per dati non appaiati per valutare eventuali differenze tra il gruppo dei soggetti di sesso femminile e quello di sesso maschile.
Differenze significative (p<0,05) tra i due gruppi sono state trovate per i seguenti indici: FFM, TRW, FM, numero di errori commessi durante il test sull’equilibrio, forza dinamica, velocità di cammino, massima forza isometrica. Correlazioni significative (p<0,05) sono state trovate tra FFM e gli indici di forza muscolare, tra PPT e il numero di errori commessi durante la prova di equilibrio dinamica, tra PPT e forza massimale, tra età e velocità di cammino. Si è poi valutata la forza muscolare normalizzata ai valori della FFM. In questo caso le differenze tra il sesso maschile e quello femminile scompaiono. La velocità di cammino è risultata di circa 1,1 m/sec, tipica di soggetti 70enni, sani e autonomi.
Dai risultati è emerso sostanzialmente che nonostante i soggetti di sesso maschile abbiano evidenziato una maggior forza in valore assoluto, se paragoniamo la forza relativa normalizzata con la FFM le differenze scompaiono, indicando che anche il sesso femminile ha raggiunto un buon livello di fitness.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail