Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 1999 June;52(2) > Medicina dello Sport 1999 June;52(2):105-17

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA BIOLOGICA  


Medicina dello Sport 1999 June;52(2):105-17

lingua: Inglese

Variazioni elettrolitiche sieriche ed urinarie nell’atleta durante limitazione continua e periodica dell’esercizio muscolare

Zorbas Y. G., Kakurin V. J., Denogratov S. D., Yarullin V. L.

Kosmic Biology and Medicine Institute, Krasno Selo, Sophia, Bulgaria


PDF  


Si presume che l’ipocinesia periodica (PHK) induca maggiori alterazioni biochimiche rispetto all’ipocinesia continua (CHK). Quindi, lo scopo di questo studio è quello di misurare le variazioni sieriche e urinarie degli elettroliti durante la PHK e la CHK negli atleti allenati.
Lo studio è durato per un periodo di 30 giorni per quanto riguarda la preipocinesia (HK) e per un periodo di 364 giorni per quanto riguarda la PHK e la CHK. Come soggetti dello studio sono stati scelti 30 atleti di età compresa tra 22 e 26 anni. Questi erano equamente suddivisi in tre gruppi. Soggetti con controllo ambulatoriale libero (UACS), soggetti con ipocinesia limitata continua (CHKS) e soggetti con ipocinesia limitata periodica (PHKS). Il gruppo CHKS era mantenuto sotto una distanza media di corsa di 1,7 km al giorno per 364 giorni, mentre il gruppo PHKS era mantenuto sotto una distanza media di corsa di km 1,7 ed 11,7 per 5 giorni e due giorni alla settimana, rispettivamente, per 364 giorni. Il gruppo UACS si manteneva sotto una distanza media di corsa di 11,7 km al giorno, cioè non era sottoposto a modifiche dell’allenamento professionale e delle attività quotidiane.
Durante il periodo pre HK e i periodi CHK e PHK sono stati misurati il magnesio (Mg), il calcio (Ca), il sodio (Na) ed il potassio (K) sierici ed urinari. Sono stati dosati anche l’aldosterone plasmatico (PA) e l’attività renninica plasmatica (PRA), il paratormone (PTH) e la calcitonina (CT).
Nei gruppi PHKS e CHKS l’escrezione elettrolitica urinaria e le concentrazioni elettrolitiche sieriche erano significativamente aumentate (p≤0,01) se comparate con il gruppo UACS. Le concentrazioni di PRA e PA erano significativamente aumentate (p≤0,01), mentre le concentrazioni di PTH e CT erano significativamente diminuite (p≤0,01) nei soggetti ipocinetici rispetto ai soggetti di controllo. Nel gruppo PHKS i cambiamenti nei parametri misurati erano maggiori e si verificavano più velocemente che nel gruppo CHKS, tuttavia non sono state osservate differenze significative tra i gruppi PHKS e CHKS nei parametri valutati. Il gruppo UACS non ha mostrato alcuna variazione significativa nei parametri esaminati quando confrontati con i valori basali di controllo.
Si conclude che sia il PHK che il CHK inducono significative variazioni sieriche e urinarie degli elettroliti nei soggetti allenati; tuttavia le variazioni elettrolitiche sieriche ed urinarie erano maggiori e più veloci nel gruppo PHKS rispetto al gruppo CHKS.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail