Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 1999 June;52(2) > Medicina dello Sport 1999 June;52(2):61-71

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA FARMACOLOGICA E DOPING  


Medicina dello Sport 1999 June;52(2):61-71

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Effetti farmacologici e tossicità degli steroidi anabolizzanti

Giada F. 1, Conte R. 2, Palatini P. 3

1 Unità Operativa di Cardiologia, Ospedale Umberto I, Venezia-Mestre;
2 Centro di Medicina dello Sport, CONI-FMSI Venezia;
3 Clinica Medica I, Università di Padova


PDF  


L’uso di steroidi anabolizzanti (SA) tra gli atleti è una delle forme di doping più diffuso. Molto è già stato scritto sull’argomento e l’obiettivo di questo articolo è quello di riassumere le conoscenze più attuali della ricerca scientifica.
Il lavoro inizia con l’analisi delle caratteristiche farmacologiche di queste sostanze ed i suoi più comuni impieghi terapeutici. Si passa quindi a considerare la reale diffusione degli steroidi anabolizzanti nel mondo dello sport e le motivazioni che stanno alla base di questo fenomeno. Tali motivazioni spaziano dalla ricerca di un aumento della potenza muscolare, agli aspetti puramente estetici e di riduzione del grasso nei body builders. In tal senso si è perciò tentato di verificare dalla letteratura medica se esistano realmente effetti positivi sulle masse muscolari e sulla performance atletica.
Infine, ed è il paragrafo più consistente, la terza parte riguarda gli effetti nocivi di questi farmaci. Oltre ai già noti effetti endocrinologici (ipogonadismo ipogonadotropo nell’uomo e virilizzazione nella donna), a quelli sul fegato (ittero colestatico) e sulla psiche (aumento dell’aggressività e dipendenza psichica), vengono in particolare descritte le più importanti e, ovviamente, preoccupanti scoperte sulle patologie prodotte direttamente e/o indirettamente dagli steroidi anabolizzanti a carico del sistema cardiaco e vascolare. Gli effetti nocivi cardiovascolari degli SA possono infatti esplicarsi, sia mediante un effetto sfavorevole sui fattori di rischio cardiovascolare, sulla parete arteriosa e sul sistema coagulativo, sia mediante un effetto tossico diretto sulle fibrocellule miocardiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail