Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 1998 September;51(3) > Medicina dello Sport 1998 September;51(3):273-83

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,163


eTOC

 

AREA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA  


Medicina dello Sport 1998 September;51(3):273-83

lingua: Italiano

Terapia fisica strumentale in traumatologia dello sport: impiego del laser a 910 nm pulsato nella patologia a carattere flogistico e nelle sindromi dolorose dello sportivo

Mondardini P., Veraldi L., Tanzi R., Kanellopulu S., Pagano E., Roveran G., Drago E.

Istituto di Medicina dello Sport CONI-FMSI di Bologna, Centro Interuniversitario di Studi e Ricerche in Medicina dello Sport sede di Bologna


PDF  


Obiettivo. La terapia fisica strumentale, oggetto di molte critiche in passato, ha assunto nei tempi recenti sempre più importanza come presidio terapeutico efficace per il trattamento non invasivo della traumatologia da sport. Fra le metodiche di trattamento più diffuse è sicuramente la laser-terapia, grazie anche all’evoluzione tecnologica degli strumenti e al fiorire della ricerca, clinica e sperimentale in questo settore. Da diverso tempo presso l’Istituto di Medicina dello Sport di Bologna è in atto la sperimentazione di diverse apparecchiature di terapia fisica allo scopo di identificare il range di intervento delle diverse macchine e di standardizzare dei protocolli di terapia per il trattamento non chirurgico della patologia osteo-muscolo-articolare.
In questo lavoro si presenta l’esperienza, maturata nell’arco di un anno, nell’uso del laser esadiodico a 910 nm con emissione pulsata.
Metodi. Sono stati trattati 90 soggetti praticanti attività fisico-sportiva regolare e affetti dalle più comuni patologie a carattere flogistico e doloroso a carico dell’apparato locomotore.
Si è applicato un protocollo standard di terapia per ogni soggetto dopo valutazione clinica e strumentale. La durata del trattamento non ha superato le tre settimane al termine delle quali i pazienti sono stati nuovamente valutati clinicamente ed in 72 casi anche con esami strumentali.
Risultati. Il risultato del trattamento è stato classificato come ottimo nel 65,1%, discreto nel 19,2% e negativo nel 15,7% dei casi.
Conclusioni. Si può quindi concludere, sulla base di queste esperienze, che il laser a 910 nm pulsato rappresenta un ottimo presidio terapeutico nella traumatologia minore da sport.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail