Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2014 Marzo;173(3) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2014 Marzo;173(3):119-26

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2014 Marzo;173(3):119-26

lingua: Inglese

L’attività fisica e il livello di capacità aerobica nei bambini che vivono ad alta quota in Tibet

Berntsen S. 1, Bianba B. 2, 3, Andersen L. B. 4, 5, Luobu O. 3, Bjertness E. 2, 3

1 Department of Public Health, Sport and Nutrition Faculty of Health and Sport Sciences, University of Agder, Kristiansand, Norway;
2 Institute of General Practice and Community Medicine, Faculty of Medicine University of Oslo, Oslo, Norway;
3 Research Center for High Altitude Medicine Tibet University Medical College, Lhasa Tibet Autonomous Region, China;
4 Department of Sports Medicine Norwegian School of Sport Sciences Oslo, Norway;
5 Denmark Institute of Sports Science and Biomechanics, Faculty of Health University of Southern Denmark Odense, Denmark


PDF  


Obiettivo. Il presente studio aveva lo scopo di determinare oggettivamente i livelli di attività fisica misurati e la capacità aerobica con misurazioni dirette del consumo massimo di ossigeno (fitness aerobico) in un campione di bambini che vivono ad alta quota, a Lhasa, Regione Autonoma del Tibet, in Cina.
Metodi. Venticinque bambini tibetani e 15 cinesi Han in età scolare (9-10 anni) viventi a Lhasa, a 3658 metri sopra il livello del mare, hanno eseguito un test massimale al cicloergometro con misurazioni dell’assorbimento di ossigeno. Il consumo massimo di ossigeno è stato definito come capacità aerobica. I partecipanti hanno inoltre indossato un monitor di attività, SenseWearTM Pro2 Armband (BodyMedia, Inc., Pittsburgh, PA, USA) per sei giorni consecutivi.
Risultati. Tutti i bambini hanno rispettato le raccomandazioni di attività fisica, che indicavano di essere fisicamente attivi tutti i giorni per almeno 60 minuti. L’attività fisica moderata-vigorosa (MVPA) era significativamente più elevata (P=0.04) nei maschi (mediana e intervallo di confidenza 95%; 5.0 (2.6, 7.3) ore al giorno) vs. le femmine (3.1 (2.6, 4.5) ore al giorno), rispettivamente. I maschi tibetani avevano una MVPA maggiore rispetto ai maschi cinesi Han, sebbene non significativo. I maschi avevano una capacità aerobica significativamente più alta (P<0.001) rispetto alle femmine (47.3 (43.4, 52.1) vs. 40.4 (37.2, 42.9) ml·kg-1·min-1, rispettivamente. Non ci sono state differenze significative nella capacità aerobica tra i bambini tibetani e cinesi Han.
Conclusioni. I bambini che vivono ad alta quota inclusi nel presente studio erano in forma e fisicamente attivi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail