Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2014 Gennaio-Febbraio;173(1-2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2014 Gennaio-Febbraio;173(1-2):39-46

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2014 Gennaio-Febbraio;173(1-2):39-46

lingua: Inglese

È possibile predire la frequenza cardiaca massimale per l’allenamento di corsa in acqua alta con un cicloergometro in donne fibromialgiche?

Cuesta-Vargas A. I. 1, Benelli P. 2, Arroyo-Morales M. 3

1 Faculty of Health Sciences, University of Málaga, Málaga, Spain;
2 Motor Activity Research Institute, “Carlo Bo” Urbino University Urbino, Pesaro e Urbino, Italy;
3 Physical Therapy University of Granada Granada, Spain


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di confrontare una specifica prova da sforzo graduata utilizzando la corsa in acqua alta (deep water running, DWR) con un test cicloergometrico a secco al fine di sviluppare un’equazione che stimasse la frequenza cardiaca massimale per l’allenamento di corsa in acqua alta nella fibromialgia.
Metodi. Studio trasversale su 21 soggetti fibromialgici. Abbiamo esaminato la frequenza cardiaca (FC) massimale e submassimale, il lattato ematico e la valutazione dello sforzo percepito (RPE) nelle prove da sforzo graduate in acqua e su terra.
Risultati. I risultati suggeriscono che entrambi i test sono stati effettuati a intensità massimale. La FC massimale nella corsa in acqua alta era più bassa (-13%) rispetto al test cicloergometrico. Per entrambi i test, la RPE massimale era superiore a 18 e il lattato ematico massimo era pari a 8 mmol/l, senza differenze significative tra il test cicloergometrico e quello di corsa in acqua alta. La regressione lineare per la frequenza cardiaca massimale stimata per l’allenamento di corsa in acqua alta in soggetti fibromialgici era: FC massimale nella corsa in acqua alta =196,3+(età*-0,560)+(FC massimale con cicloergometro*-0,357).
Conclusioni. Un test graduato di corsa in acqua alta può essere utilizzato come alternativa per la valutazione del fitness aerobico e per la stima dell’intensità del lavoro fisico nel percorso riabilitativo acquatico per soggetti fibromialgici. L’utilizzo dell’equazione e del test di corsa in acqua alta possono evitare la sovrastima dell’intensità del lavoro nel percorso riabilitativo per soggetti fibromialgici.

inizio pagina