Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 October;172(10) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 October;172(10):759-64

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 October;172(10):759-64

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

La terapia ad onde d’urto extracorporee a bassa energia nel trattamento del dolore del tallone: studio prospettico controllato randomizzato in doppio cieco, con follow-up dopo 24 mesi

Marks W. 1, 2, Jackiewicz A. 1, 2, Gołąbek-Dropiewska K. 1, 2, Witkowski Z. 1, 2, Kot J. 1, 2, Stasiak M. 1, 2, Gołaszewski J. 1, 2, Dudek R. 1, 2, Wieruszewski J. 1, 2, Lasek J. 1, 2

1 Department of Trauma Surgery, Medical University of Gdańsk, Gdańsk, Poland;
2 English Division, Department of Hyperbaric Medicine, Medical University of Gdańsk, Gdańsk, Poland


PDF  


Obiettivo. La terapia ad onde d’urto extracorporee a bassa energia (ESWT) è ampiamente usata in diversi disturbi dei tessuti molli; tuttavia, nessun algoritmo preciso è ancora stato accettato nel trattamento clinico. Non esistono linee guida in materia di densità di flusso di energia (energia alta o bassa) e modelli di sedute di trattamento. L’applicazione di un dispositivo (pneumatico) di nuova generazione (bassa energia) nei pazienti non è stata ancora caratterizzata. Lo scopo del nostro studio è indagare su un gruppo omogeneo di pazienti con fascite plantare sottoposti a terapia ESWT. Esistono pochi studi simili con una rilevanza statistica significativa pubblicati fino ad oggi.
Metodi. La nostra prova consisteva in un gruppo di 61 pazienti (84 talloni) che presentavano fascite plantare cronica. Lo studio è stato in doppio cieco, randomizzato e controllato. Tutti i pazienti avevano fallito il trattamento non chirurgico e soffrivano di fascite plantare da oltre 6 mesi. Sono stati applicati 4500 impulsi di onde d’urto (in tre sessioni - 500, 2000 e 2000) di densità di flusso di energia pari a 0,16 mJ/mm 2 e in dose totale di 400 mJ/mm2 . La principale misura dell’esito era basata sulla valutazione personale del dolore da parte del paziente utilizzando la scala analogica visiva (VAS) e il punteggio di Roles e Maudsley (RM). Queste valutazioni sono state completate prima di ogni sessione ESWT e 24 mesi dopo la procedura.
Risultati e conclusione. La terapia con placebo e con ESWT a bassa energia ha ottenuto lo stesso effetto nei pazienti affetti da dolore al tallone. È importante notare che il gruppo trattato ha evidenziato un esito migliore ma senza significatività statistica. Una diminuzione significativa di VAS e punteggi RM nel tempo in entrambi i gruppi potrebbe suggerire un decorso naturale della fascite plantare, ma nei pazienti trattati si osserva una tendenza positiva statisticamente insignificante.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail