Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 Luglio-Agosto;172(7-8) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 Luglio-Agosto;172(7-8):569-77

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 Luglio-Agosto;172(7-8):569-77

lingua: Inglese

Effetti acuti dell’attività fisica aerobica sulla pressione arteriosa dinamica in soggetti anziani ricoverati: uno studio pilota

Mendes R. 1, Sousa N. 1, Sampaio J. 1, Oliveira J. 2

1 University of Trás-os-Montes and Alto Douro Department of Sport Sciences, Exercise and Health; Research Center in Sports, Health Sciences and Human Development, Vila Real, Portugal;
2 University of Porto; Faculty of Sport, Research Center in Physical Activity, Health and Leisure Porto, Portugal


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo di questo studio era determinare l’effetto acuto di una singola sessione di attività fisica aerobica sulla pressione arteriosa misurata con monitoraggio dinamico in soggetti anziani ricoverati e sedentari.
Metodi. Otto soggetti anziani di sesso maschile, ricoverati in una struttura e caratterizzati da uno stile di vita sedentario, sono stati selezionati e sottoposti a due monitoraggi dinamici della pressione arteriosa per un periodo di 8 ore. Uno dei monitoraggi è stato realizzato dopo una sessione di attività fisica aerobica e l’altro dopo un periodo di riposo (sessione di controllo). La sessione di attività aerobica comprendeva due fasi di 10 minuti di camminata su tapis roulant ad intensità moderata (dal 40% al 59% di frequenza cardiaca di riserva). Le due fasi di camminata erano separate da un intervallo di recupero (5 minuti), precedute da una fase di riscaldamento specifico (5 minuti) e seguite da una fase di defaticamento (5 minuti), per una durata complessiva della sessione di 35 minuti.
Risultati. Non sono state riscontrate differenze significative tra le due condizioni sperimentali (controllo vs. attività) per quanto riguarda i valori di pressione arteriosa sistolica (118±10 vs. 119±13 mmHg), pressione arteriosa diastolica (73±6 vs. 73±8 mmHg) e pressione arteriosa media (88±6 vs. 88±9 mmHg) registrati durante le 8 ore di monitoraggio dinamico. L’analisi dei dati individuali ha evidenziato una notevole variabilità della risposta della pressione arteriosa dinamica ad una sessione di attività fisica aerobica.
Conclusioni. I risultati di questo studio suggeriscono che è possibile somministrare in sicurezza un’attività fisica aerobica in un gruppo di anziani ricoverati, caratterizzati da uno stile di vita sedentario. Tuttavia, una singola sessione di attività fisica non è stata efficace nell’indurre una riduzione dei valori di pressione arteriosa dinamica in soggetti normotesi. Sembra esserci una variabilità individuale nella risposta della pressione arteriosa dinamica ad una singola sessione di attività aerobica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail