Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 May;172(5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 May;172(5):411-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 May;172(5):411-4

lingua: Inglese

Eredità familiare della displasia dentinale di tipo I: casistica clinica

Barbosa De Paulo L. F. 1, Rosa R. R. 1, Martelli Jr. H. 2, Neto S. S. 1, Durighetto Jr A. F. 1

1 Department of Oral Diagnosis School of Dentistry Federal University of Uberlândia Uberlândia, Minas Gerais, Brazil;
2 Stomatology Clinic, Dental School State University of Montes Claros Campus Universitário Professor Darcy Ribeiro, Montes Claros, Minas Gerais, Brazil


PDF  


La displasia dentinale è un difetto genetico di formazione della dentina, ereditato come tratto autosomico dominante, caratterizzato da una normale formazione di smalto con un atipico sviluppo della dentina e della morfologia della camera pulpare. La displasia dentinale è classificata in un tipo I (displasia radicolare) e in un tipo II (displasia coronale) e interessa la dentizione primaria o entrambe le dentizioni. La presente segnalazione presenta due casi di displasia dentinale di tipo I che hanno interessato due di tre sorelle e il possibile composto ereditario. Vengono, inoltre, discusse le differenze tra le modalità di trattamento. L’odontoiatra generico deve essere consapevole del fatto che la displasia dentinale è un’importante causa di perdita dentale. Una precoce identificazione delle anomalie della radice si ripercuote direttamente sulla modalità di trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail