Ricerca avanzata

Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 Gennaio-Febbraio;172(1-2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 Gennaio-Febbraio;172(1-2):81-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 Gennaio-Febbraio;172(1-2):81-6

 ARTICOLI ORIGINALI

Impatto del piano di vaccinazione sulla eliminazione della rosolia congenita: nostra esperienza

Marseglia L. 1, Mancuso A. 1, Saitta G. 1, Lo Monaco I. 2, Panasiti I. 1, Barberi I. 3, Mamì C. 1

1 UOSD Neonatologia, Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche, AOU Policlinico Universitario di Messina, Messina, Italia;
2 UOC Ostetricia e Ginecologia, Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche, AOU Policlinico Universitario di Messina, Messina, Italia;
3 UOC di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche, AOU Policlinico Universitario di Messina Messina, Italia

Obiettivo. Scopo del presente lavoro è stato accertare, alla luce dell’ esperienza maturata durante una epidemia di rosolia verificatasi nel 2008 in Messina, lo stato di attuazione del “Piano Nazionale per l’Eliminazione del Morbillo e della Rosolia congenita” nella nostra realtà.
Metodi. Sono state studiate 1186 gravide ricoverate nella UOC di Ostetricia e Ginecologia durante il 2008 ed i loro nati. Durante la gravidanza erano state considerate sospette tutte le donne con esantema generalizzato ad esordio acuto e quelle in cui erano state riscontrate IgM specifiche anti rosolia anche in assenza di segni clinici. Le sospette avevano eseguito i tests di conferma diagnostica (IgM, IgG, IgG avidity). Nei loro nati la diagnosi di rosolia congenita era posta alla nascita con indagini sierologiche (IgM, IgG, PCR RNA) e ricerca di antigeni virali (RT PCR RNA) e confermata con follow up sierologico e strumentale effettuato sino all’età di 2 anni.
Risultati. Delle 1186 madri il 34% era siero negativo o con stato immunitario sconosciuto. 4/1186 madri, le quali non erano state vaccinate, né avevano eseguito screening preconcezionale, avevano contratto in gravidanza rosolia accertata. Dei 4 nati dalle madri infette 2 sono risultati infetti. Questi, sino a due anni di vita, non hanno presentato deficit sensoriali.
Conclusioni. Questi dati dimostrano che nella nostra realtà il Piano di eliminazione della rosolia è ancora ampiamente disatteso e suggeriscono la necessità che tutti i responsabili della salute pubblica impegnati si adoperino a diffondere lo screening preconcezionale ed implementare la vaccinazione universale e quella selettiva alle donne in età feconda.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina