Ricerca avanzata

Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Dicembre;171(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Dicembre;171(6):795-805

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia

Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Mensile

ISSN 0393-3660

Online ISSN 1827-1812

 

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Dicembre;171(6):795-805

 ARTICOLI ORIGINALI

Valutazione della attività e tossicità di una soluzione di ipoclorito di sodio elettrolitico allo 0,05% nel processo di riparazione tissutale

Santo G., D’atanasio N., Capezzone De Joannon A., Durando L., Consari I., Tongiani S., Milanese C.

ACRAF – Angelini Research Center, Santa Palomba, Pomezia, Roma

Obiettivo. Lo scopo del lavoro è stato quello di valutare l’efficacia antimicrobica e la tossicità di una soluzione di ipoclorito di sodio elettrolitico allo 0,05% nel processo di riparazione tissutale.
Metodi. È stato utilizzato un modello di riepitelizzazione nel topo in cui la ferita sperimentale è stata trattata con 10 ml di soluzione salina o di una soluzione allo 0,05% di ipoclorito di sodio elettrolitico per 2 volte al giorno per 12 giorni. Tramite analisi morfometrica e citofluorimetrica sono stati valutati i tempi di chiusura della lesione e le modificazioni delle sottopopolazioni cellulari, leucociti e granulociti/neutrofili, coinvolte nel processo riparativo. L’attività citotossica e pro-infiammatoria della soluzione allo 0,05% di ipoclorito di sodio elettrolitico è stata valutata in un modello in vitro di pelle umana ricostituita in cui è stato misurato il rilascio di LDH e l’espressione genica di TNF-α.
Risultati. Il trattamento con la soluzione allo 0,05% di ipoclorito di sodio elettrolitico non rallenta i tempi di riepitelizzazione rispetto ad una lesione trattata con soluzione fisiologica né in termini morfometrici né in termini di citotossicità sulle popolazioni cellulari coinvolte nel processo di cicatrizzazione. Tali risultati vengono confermati nel modello di pelle umana ricostituita in cui la quantità di LDH rilasciata in seguito a trattamento con la soluzione allo 0,05% di ipoclorito di sodio elettrolitico non differisce rispetto a quella che si libera dopo trattamento con salina e in cui non si osservano variazioni significative nei livelli di espressione del gene per TNF rispetto al controllo.
Conclusioni. I risultati dello studio dimostrano che, in condizioni di trattamento ripetuto, una soluzione di ipoclorito di sodio elettrolitico allo 0,05% è priva di attività citotossica e pro-infiammatoria e non interferisce con i meccanismi responsabili della riepitelizzazione e cicatrizzazione delle ferite in quanto non ha effetti sul richiamo delle diverse sottopopolazioni cellulari coinvolte in questi processi

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina