Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Ottobre;171(5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Ottobre;171(5):599-603

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Ottobre;171(5):599-603

lingua: Inglese

L’allenamento di resistenza non cambia l’intensità relativa alla soglia del lattato nell’anziano

Ribeiro Da Mota G. 1, 3, Baldissera V. 4, Marocolo Júnior M. 1, Barbosa Neto O. 1, Guimarães Faleiros A. C. 2, De Oliveira A. 5, Ricardo Lopes C. 6, 8, Castardeli E. 7, Gobbi S. 3

1 Department of Sport Sciences, Federal University of Triângulo Mineiro, Uberaba, Brazi;
2 Department of Structural Biology, Federal University of Triângulo Mineiro, Uberaba, Brazil;
3 Post-Graduation Program in Physical Education, São Paulo State University, Rio Claro, Brazil;
4 Department of Physiological Sciences, Federal University of São Carlos, Brazil;
5 Department of Sciences of Physical Education and Health, Federal University of São João del Rei, Brazil;
6 Post-Graduation Program in Physical Education, Methodist University of Piracicaba, Brazil;
7 Department of Sports, Federal University of Espírito Santo, Vitória, Brazil;
8 Adventist College of Hortolândia, Brazil


PDF  


Obbiettivo. Scopo di questo studio è stato verificare se l’allenamento di resistenza possa indurre cambiamenti sulla percentuale del picco di frequenza cardiaca (% peak heart rate, HR) in relazione all’intensità della soglia del lattato (lactate threshold, LT) in anziani non trattati.
Metodi. Sedici uomini sani (64.3 ± 4.1 anni) sono stati sottoposti a test di incremento su cicloergometro per determinare la LT e il corrispondente picco % di HR relativo all’intensità della LT stessa. Successivamente, i soggetti sono stati divisi casualmente in due gruppi (n = 8 ognuno): un gruppo sottoposto ad allenamento di resistenza (endurance training, ET) ed un gruppo controllo. Il gruppo ET si è esercitato per 3 giorni a settimane per 12 settimane. La sessione di allenamento è stata divisa in una fase di riscaldamento (5 min a 50% della LT), seguita dalla fase principale di esercizio e dalla fase di defaticamento (5 min, 50% al di sotto della LT). La fase principale ha avuto un aumento graduale del volume di due minuti durante le settimane. Il volume iniziale relativo alla prima settimana era di 25 minuti ed ha raggiunto i 47 minuti alla dodicesima settimana. L’intensità relativa è stata mantenuta costante (dal 90 al 100% della LT).
Risultati. Dopo 12 settimane, la % di picco di HR corrispondente alla LT non è cambiato in maniera significativa in entrambi i gruppi con P>0.05 (gruppo ET 82.9 ± 4.1 vs. 82.5 ± 3.4 e gruppo C 80.2 ± 7.1 vs. 81.8 ± 7.1).
Conclusioni. Possiamo concludere che l’allenamento di resistenza proposto non cambia l’intensità relativa corrispondente alla LT nel soggetto anziano.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail