Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 August;171(4) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 August;171(4):425-36

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 August;171(4):425-36

lingua: Inglese

Valutazione del livello di informazione sul doping tra atleti serbi di alto livello

Antić D., Ostojić S.

Department for Sport, Faculty of Sport and Tourism, Novi Sad, Serbia


PDF  


Obiettivo. Scopo di questa ricerca è stato stabilire il livello di informazione sul doping con l’aiuto di atleti di alto livello maschi di nazionalità serba, analizzando i loro possibili motivi per l’uso del doping.
Metodi. Questa indagine è stata portata a termine come uno studio trasversale con caratteristiche empiriche ed ha coinvolto 478 partecipanti di diverse età che erano stati membri di leghe di alto livello e di squadre nazionali prestigiose in virtù dei test anti-doping ai quali erano stati sottoposti. Con lo scopo di raccogliere dati, è stato utilizzato un questionario come tecnica di ricerca standard. Mediante analisi statistica dei dati, sono state quantificate le differenze significative tra i gruppi di partecipanti rispetto al genere sessuale ed al tipo di sport.
Risultati. Secondo i partecipanti, la più comune fonte di informazione sul doping sono gli allenatori e i medici (20,7%). Quando hanno dovuto rispondere alle domande relative alla conoscenza delle specifiche sostanze usate nel doping, così come sulle procedure di doping, ha risposto correttamente una piccola percentuale di soggetti intervistati (es. il 14,2% dei partecipanti sapeva che lo stanozolol è uno steroide androgenico anabolizzante; il 24,1% ha risposto correttamente che l’anfetamina è uno stimolante, il 28,9% sapeva che le infusioni intravena sono proibite eccetto quelle assunte durante un ricovero ospedaliero, ecc.). Le risposte ai questionari sulle sostanze dopanti e sulle procedure di doping erano per la maggioranza statisticamente significative tra i gruppi rispetto al tipo di sport (P<0,05). Secondo l’opinione dei partecipanti allo studio, il motivo più importante per l’uso del doping nello sport è la vittoria in una competizione, a cui segue un avanzamento della carriera sportiva, un miglioramento dell’aspetto fisico, un aumento della sicurezza di sé e della capacità di influenzare gli altri (se impressionabili).
Conclusioni. I risultati di questa indagine mostrano che gli atleti hanno una conoscenza insufficiente sui diversi aspetti del doping. Questi risultati possono indicare una buona strada per scoprire le ragioni di questa situazione e per pianificare l’educazione degli atleti sull’uso appropriato di un’integrazione della dieta e sul doping.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail