Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 June;171(3) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 June;171(3):313-22

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 June;171(3):313-22

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Effetto dell’allenamento pliometrico e dell’integrazione di creatina monoidrata sulla capacità anaerobica muscolare e sul danno muscolare

Lin Y. Y. 1, Lin J. S. 2, Lin Y. F. 2, Fang C. L. 1, Lin H. C. 2

1 Department of Physical Education, National Taiwan Normal University, Taipei City, Taiwan; 2 Department of Physical Education, National Pingtun University of Education, Pingtung County, Taiwan


PDF  


Obiettivo. Questo studio ha indagato sugli effetti dell’allenamento pliometrico e dell’integrazione di creatina monoidrata sulla capacità anaerobica muscolare e sul danno muscolare. Hanno partecipato a questo studio ventisei studenti maschi nella fascia d’età relativa agli anni dell’Università.
Metodi. I partecipanti allo studio sono stati casualmente divisi in tre gruppi: i) allenamento pliometrico con integrazione a base di maltodestrina (plyometric training, PT, N.=9); ii) allenamento pliometrico con integrazione a base di creatinina (PT+ Cr, N.=9); e iii) gruppo di controllo (CON, N.=8). I gruppi PT and PT+ Cr hanno svolto un programma di allenamento di 3 giorni a settimana ed hanno assunto l’integratore 3 giorni a settimana (20 g/d). Il gruppo CON ha mantenuto il proprio stile di vita senza svolgere allenamento. La capacità anaerobica (valutata con: 30 m di sprint, salto sul posto e test di anaerobiosi di Wingate della durata di 30 secondi) ed il danno muscolare (valutato con la misurazione dei livelli di CK, LDH, e dei neutrofili) sono stati esaminati prima e dopo i test. I due gruppi separati di fattori sono stati sottoposti a ripetute misurazioni (2 volte per i tre gruppi) ed ad analisi statistica ANOVA sia prima che dopo l’allenamento.
Risultati. Per i 30 m di sprint e per il salto sul posto, i risultati hanno indicato che la potenza anaerobica media (mean anaerobic power, M-AnP) del test in anaerobiosi di Wingate di 30 secondi sono significativamente aumentati (P<0,05) nei gruppi PT e PT+ Cr. In ogni caso, non ci sono stati significativi cambiamenti (P>0,05) tra i tre gruppi nelle variabili relative al danno muscolare (CK, LDH, e neutrofili).
Conclusioni. L’allenamento pliometrico può migliorare la capacità anaerobica (valutata con: 30 m di sprint, salto sul posto, capacità anaerobica – AnC – e potenza anaerobica media - M-AnP -), ma può causare piccoli danni a livello muscolare. In ogni caso tale allenamento con integrazione a base di creatinina non può incrementare ulteriormente la capacità anaerobica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail