Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 April;171(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 April;171(2):233-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 April;171(2):233-6

lingua: Inglese

Dolore pelvico inspiegabile dopo posizionamento di benderella per via transotturatoria con tecnica out-in: case report

Paparella R., Marturano M., Pelino L., Scarpa A., Paparella P.

Operative Unit of Urogynecology and Reconstructive Surgery of Pelvic Floor, Department for the Protection of the Health of Women and Rising Life, Association Columbus, Catholic University of Sacred Heart, Rome, Italy


PDF  


Questo caso clinico tratta di un caso di dolore pelvico persistente, comparso a 3 mesi di distanza dall’intervento di posizionamento di un dispositivo transotturatorio (Safyre-t™) in una donna di 44 anni e severamente obesa. Sono state eseguite tutte le indagini diagnostiche ed è stata evidenziata una coxartrosi bilaterale con sospetto di borsite ileopettinea. Anche se non eravamo convinti che la rimozione del dispositivo avrebbe portato ad una risoluzione dei problemi della paziente, seguendo il volere della paziente, parte del dispositivo è stato rimosso mantenendo la continenza. Il dolore invece migrò controlateralmente. La rimanente parte della benderella fu rimossa poco tempo dopo. La paziente tornò ad essere incontinente. Ad oggi, è ancora incontinente e prova dolore. Solo adesso sappiamo che il dolore dipende da una patologia reumatica concomitante e non dalla chirurgia anti-incontinenza cui si è stata sottoposta. Al momento attuale, la paziente sta seguendo con successo un programma di riabilitazione del pavimento pelvico per l’incontinenza e una terapia con ultrasuoni per il dolore all’inguine e all’anca. Secondo la nostra esperienza, sappiamo che il dolore postoperatorio è una complicanza importante dopo il posizionamento di un dispositivo con tecnica transotturatoria anche se la causa del dolore non è chiara e la soluzione non facile. Ci fa riflettere molto che il dolore sia spesso attribuito alla chirurgia pur non essendone essa sempre la causa.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail